Euro 2020: Scozia e Croazia non si inginocchieranno contro il razzismo

Entrambe le federazioni hanno annunciato che continueranno comunque a battersi contro ogni forma di discriminazione
Euro 2020: Scozia e Croazia non si inginocchieranno contro il razzismo

In vista del prossimo Europeo, Croazia e Scozia hanno annunciato che non eseguiranno il gesto del 'Black Lives Matter', l'inginocchiarsi contro il razzismo, prima delle loro partite nel torneo. Lo hanno annunciato entrambe le federazioni che, pur ribadendo come il gesto abbia perso valore e non abbia cambiato la situazione, comunque continueranno a battersi per sconfiggere ogni forma di discriminazione. Entrambe le nazionali giocheranno nel Gruppo D, con Inghilterra e Repubblica Ceca.

Scozia, Robertson: "Continueremo ad affrontare il problema del razzismo"

Per la nazionale scozzese, oltre all'annuncio della federazione, sono arrivate le parole del capitano, il terzino del Liverpool Andy Robertson, che ha dichiarato: "È importante continuare ad affrontare il problema del razzismo e sensibilizzare sulla necessità di cambiare la mentalità delle persone ma anche i loro comportamenti. Prima delle nostre qualificazioni ai Mondiali di marzo, abbiamo parlato in gruppo e sentivamo che prendere posizione era il modo migliore per mostrare solidarietà e anche per rafforzare la necessità di un cambiamento significativo nella società".

I look degli Europei: tutte le maglie delle 24 nazionali
Guarda la gallery
I look degli Europei: tutte le maglie delle 24 nazionali

Croazia: "Non imporremo l'obbligo di mettersi in ginocchio"

Dopo la partita amichevole giocata tra Belgio e Croazia, la nazionale di Modric, Brozovic e Perisic era stata messa sotto accusa per non essersi inginocchiata nel prepartita. A ciò ha voluto rispondere con una nota la federazione che ha dichiarato: "I giocatori della nazionale croata hanno deciso insieme prima dell'amichevole contro il Belgio che non si sarebbero inginocchiati e sono rimasti rispettosamente in silenzio durante il simbolico gesto dei loro colleghi belgi. Rispettiamo la posizione dei giocatori su questo e non imporremo l'obbligo per i giocatori croati di mettersi in ginocchio, poiché questo gesto non ha alcun legame simbolico con la lotta contro il razzismo e la discriminazione nel contesto della cultura e tradizione croata.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti