Europei, gli incroci possibili agli ottavi: Italia, quarti col Belgio?

Sabato gli ottavi a Wembley poi nei quarti potremmo affrontare Lukaku & C. a Monaco. E in semifinale chi tra Portogallo, Francia e Germania arriverà prima
Europei, gli incroci possibili agli ottavi: Italia, quarti col Belgio?© EPA
Marco Evangelisti

Possiamo cominciare a sistemare le bandierine. Anzi, avevamo già cominciato: l’Olanda andava di fretta e con due botte e via si è accomodata giovedì scorso. Va all’ottavo di Budapest, in teoria semplice e in realtà potenzialmente drammatico (nel senso teatrale del termine), perché le potrebbero capitare Croazia, Spagna o Portogallo. Dipende da chi resta impigliato nella rete degli ultimi tre giorni di questa fase dell’Europeo, che si è complicata per molti presunti intoccabili. Poi ovviamente abbiamo piazzato ieri l’Italia dove doveva andare, a Wembley, e il Galles, seconda del Girone A, ad Amsterdam. Per quanto riguarda noi, è praticamente tutto. Non possiamo fare altro che starcene fermi ad assistere, oggi, alla conclusione del Girone C. Peschiamo l’avversaria tra Ucraina e Austria, che se la giocano praticamente alla pari. Chi vince passa, se pareggiano prendiamo l’Ucraina che resta seconda perché ha segnato un gol in più.

Il gioco delle quattro migliori terze è parecchio complesso (altrimenti non rischierebbero di restare fuori senza perdono tante favorite), tuttavia è probabile che da questo gruppo esca una delle ripescate. Che potrebbe incrociare Francia o Svezia. Allo stesso modo, pure la Svizzera si è scavata una nicchia abbastanza sicura dove attendere il ripescaggio. Per l’Italia, dando un’occhiata al tabellone virtuale, le cose si complicherebbero notevolmente dai quarti in avanti. Da quella parte saliranno quasi sicuramente il Belgio, prima di tutto, e poi Francia o Inghilterra. Queste ultime tuttavia sono ancora pericolosamente e sorprendentemente in bilico. Ma andiamo con ordine.

Girone B, tutto in discussione (Belgio a parte)

Messe in fila le variabili nel gruppo dell’Italia e in quello targato C, il resto è piuttosto liquido. Non per il Belgio, che per perdere il primo posto dovrebbe essere battuto questa sera dalla Finlandia (e annegare nei gol presi per trovarsi addirittura terzo). Se non accade, alla Russia, in vantaggio nello scontro diretto con la medesima Finlandia, basta pareggiare con la Danimarca per stare tranquilla. Se invece vincessero i danesi, potremmo ritrovarci con tre squadre a tre punti, classifica avulsa in equilibrio e affannoso conteggio della differenza reti.

Pessina decisivo, l'Italia vince anche contro il Galles
Guarda la gallery
Pessina decisivo, l'Italia vince anche contro il Galles

Girone D, i dubbi di Inghilterra e Repubblica Ceca

Repubblica Ceca e Inghilterra si sono messe nella situazione che tutti vorrebbero e tutti detestano: quella di poter serenamente neutralizzare la partita di domani. Con un pari passano entrambe, i cechi sono primi e tolgono ai colleghi l’altro ottavo di Wembley. Dove però può arrivare come un treno una qualunque tra Francia, Germania e Portogallo. Mentre l’Inghilterra oggi come oggi (ma ovviamente non conta) avrebbe la Slovacchia. Qualora invece una delle due perdesse, potrebbe essere raggiunta da chi vince tra Croazia e Scozia. E le cose si farebbero ancora più interessanti: l’Inghilterra ha battuto la Croazia e ha pareggiato con la Scozia, la Repubblica Ceca esattamente il contrario.

Girone E, la Spagna non può più sbagliare

Mercoledì è forse il giorno più bollente di questa prima metà dell’Europeo. Intanto la Spagna ha il rigore della salvezza: affronta la Slovacchia a Siviglia. Può ribaltare la situazione, se la Svezia non batte la Polonia, perché nonostante i due pareggi sin qui incasellati ha solo un gol da recuperare nella differenza reti. Se la Spagna restasse terza probabilmente sarebbe comunque ripescata, ma si troverebbe Olanda o Belgio già agli ottavi.

Girone F, è caos totale ma...

Era un incubo prima, figuriamoci adesso. Il meccanismo dei ripescaggi aiuta Francia, Germania e Portogallo a dormire, però non garantisce niente a nessuno. E’ l’altra faccia del mercoledì da leoni di cui parlavamo. Portogallo-Francia sceglie la prima del girone, forse, ma in caso di pareggio la Germania scavalca tutte se supera l’Ungheria e comunque in tal caso i tedeschi sono davanti ai portoghesi per la legge dello scontro diretto. Certo, chi vince il gruppo va a finire nella parte alta del tabellone, in teoria la più forte, però ha un ottavo potabile (Svizzera, Finlandia, Austria, cose così). Se Ronaldo, com’è possibile, finisce secondo o terzo può incontrare Inghilterra, Olanda o Belgio. Lui non si divertirebbe e gli avversari neppure.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti