Italia-Austria, Foda: "Non ha senso giocare a Wembley"

Il tecnico degli avversari degli azzurri è contrario a giocare a Londra: "Con queste restrizioni anti-Covid temo che i tifosi non potranno godere a pieno dell'evento"
Italia-Austria, Foda: "Non ha senso giocare a Wembley"© EPA

Il diffondersi della variante Delta di Coronavirus nel Regno Unito fa preoccupare molti addetti ai lavori. Fra questi, anche il ct dell'Austria Franco Foda, che dovrà recarsi assieme alla sua nazionale a Londra per affrontare l'Italia a Wembley: "Non ha senso giocare a Londra", afferma l'allenatore tedesco. 

Euro 2020, Regno Unito: in 60 mila a Wembley ma i contagi Covid-19 continuano a crescere

Euro 2020, Hancock risponde a Draghi: "La finale resta a Londra"

Italia-Austria a Wembley, Foda: "Non ha senso con le restrizioni per il Covid"

"La salute viene prima di tutto. Ma guardando le regole di ingresso, vista la variante del virus, sarebbe una follia se i nostri tifosi non potessero partecipare tutti", ha detto Foda. Tutto ciò per via delle stringenti regole che ha disposto il governo inglese per limitare i contagi da Covid-19. L'eccezione - a seguito dell'accordo con l'Uefa - riguarda solo semifinali e finali per le quali è stata data la possibilità di ospitare 60mila spettatori a Wembley a ciò non vale per ottavi e quarti di finale. " Non capita tutti i giorni di arrivare agli ottavi. In questo caso spero per i tifosi che si trova una soluzione. Una possibilita' sarebbe quella di mobilizzare la sede. Spero che piu' tifosi possibili possano accompagnarci. Questo e' il mio desiderio", ha concluso l'allenatore dell'Austria. 

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti