Roma, Smalling non è più incedibile. E il suo sostituto può arrivare dalla Juve

Il club giallorosso valuta l'ipotesi cessione del centrale inglese, richiesto dall'Everton
Roma, Smalling non è più incedibile. E il suo sostituto può arrivare dalla Juve
TagsRomaSmallingdemiral

ROMA - Tanti infortuni, troppe poche partite giocate. Chris Smalling è stato - involontariamente - la grande delusione della stagione della Roma. Preso a tutti i costi lo scorso ottobre (arrivò negli ultimi minuti della finestra di mercato) dopo la precedente ottima stagione in giallorosso, il difensore ex Manchester non è riuscito a imporsi per i tanti infortuni che lo hanno costretto a rimanere fermo per più della metà delle gare stagionali. Poche volte in campo dal primo minuto, tanti guai muscolari e soprattutto al ginocchio che lo ha costretto anche a consulti in Spagna. È stata la grande assenza della Roma in questa stagione che è stata sempre costretta a utilizzare Cristante come difensore centrale. 

Ecco perché non c'è da stupirsi se Tiago Pinto sta valutando una sua cessione. O meglio, se dovessero arrivare offerte concrete lui le prenderebbe in considerazione. Perché Smalling non è più incedibile, soprattutto dopo una stagione del genere e un contratto importante che non può essere garantito a un calciatore che va per i trentadue anni e con tanti problemi fisici. Nei giorni scorsi l'Everton ha mostrato il proprio interesse nel riportato il giocatore in Premier League: davanti a una buona offerta del club di Liverpool (ma è stata sparsa la voce della sua cedibilità) Tiago Pinto e Mourinho non si opporrebbero. 

In realtà la Roma sta già sondando alcuni profili per l'eventuale sostituto di Smalling. Piace tanto, anzi, tantissimo Antonio Rudiger che appare però imprendibile. Piace anche Merih Demiral, centrale turco della Juventus. I bianconeri chiedono circa 40 milioni, troppi per le casse di Trigoria ma di chiunque per la crisi che sta vivendo il calcio italiano. Quest'anno il difensore (che nel gennaio 2020 si infortunò al crociato nello stesso match di Zaniolo) ha totalizzato 24 presenze con la maglia della Juve tra qualche infortunio muscolare e il Covid che ne hanno ostacolato il percorso. Ora potrebbe partire, ma a Vinovo devono abbassare le pretese. 

Roma, Fienga: “Totti ha un ottimo rapporto con i Friedkin”
Guarda il video
Roma, Fienga: “Totti ha un ottimo rapporto con i Friedkin”

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti