Il nodo Juve-Arthur nei giorni di Locatelli

Sul brasiliano c’è il Psg: possibile scambio di prestiti con Bakker E con il Sassuolo è pronta l’intesa
Il nodo Juve-Arthur nei giorni di Locatelli

La settimana che porta a Locatelli. Da domani, il mercato della Juve entra nel vivo e i bianconeri intendono tagliare il primo, grande traguardo. Ogni giorno è buono per mettere in agenda il secondo appuntamento con il Sassuolo, quello che nelle intenzioni dovrà servire per completare l’inseguimento a Manuel, la pedina del rilancio e del rinnovamento del centrocampo della Juve ritargata Allegri. Sale la temperatura, e non solo dal punto di vista meteorologico, ma perché è dietro l’angolo il via ufficiale della sessione estiva, previsto il 1° luglio. Centro di gravità sarà Rimini, dove si ritroveranno già da mercoledì i protagonisti del pallone.

Ed è proprio nella città della riviera romagnola che potrebbe tenersi il nuovo incontro tra il neo direttore dell’area tecnica, Federico Cherubini, e l’amministratore delegato del Sassuolo, Giovanni Carnevali. Il primo meeting non ha portato alla stretta di mano tra le parti ma le sensazioni diff use sono di fiducia e ottimismo. Logico che non si potesse chiudere tutto in un unico faccia a faccia; tanti infatti gli aspetti su cui discutere. La Juve parte da una posizione di vantaggio rispetto alla concorrenza, composta da diversi pesi massimi continentali. Arsenal e Borussia Dortmund si sono mossi ufficialmente con delle offerte e sono arrivati anche i sondaggi di Manchester City, Psg e Real. Di qui la necessità dei bianconeri di fare uno scatto in avanti e consolidare la pole. Per Locatelli è pronto un contratto di 4-5 anni a 3 milioni più bonus a stagione. Ma con Manuel si sistemeranno i dettagli al termine dell’Europeo.

Juve, da Chiesa a Ronaldo e Dybala: chi resta e chi parte
Guarda la gallery
Juve, da Chiesa a Ronaldo e Dybala: chi resta e chi parte

[…] Altro tema che coinvolge il centrocampo bianconero riguarda Arthur. L’ex Barcellona, arrivato un anno fa nello scambio che ha portato Pjanic in blaugrana, è stato uno dei più deludenti nell’ultima stagione e non solo per i tanti problemi fisici. La Juve potrebbe approfittare di una buona occasione ma c’è un problema: il brasiliano ha un valore di carico in bilancio di circa 59 milioni e la sua cessione definitiva è ovviamente tutt’altro che semplice, viste le cifre, e si rischierebbe quindi di incorrere in una minusvalenza. La strada potrebbe essere quella dell’addio in prestito, magari oneroso, oppure attraverso uno scambio di prestiti. Ed è proprio a questo che starebbe pensando il Paris Saint Germain, mettendo sul piatto il terzino olandese classe 2000 Mitchel Bakker, che potrebbe diventare il vice Alex Sandro. Intanto, inizia la settimana di Locatelli...

Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport – Stadio

Locatelli più vicino alla Juve
Guarda il video
Locatelli più vicino alla Juve

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti