Ramsey al vetriolo: "Alla Juve due anni difficili"

Il centrocampista è pronto al suo esordio agli Europei con il Galles. Intanto torna sui diversi infortuni che hanno condizionato le sue prestazioni in bianconero
Ramsey al vetriolo: "Alla Juve due anni difficili"© Juventus FC via Getty Images
TagsRamseyjuveGalles

65 presenze e sei reti. È questo il magro bottino di Aaron Ramsey alla Juve dopo due stagione dal suo sbarco a Torino a parametro zero dall'Arsenal. Con i Gunners aveva fatto vedere tutto il proprio talento, non confermato però nei due anni alla corte della Vecchia Signora, dove è stato condizionato da diversi infortuni che ne hanno frenato l'ascesa. Il centrocampista, però, è pronto a lasciarsi tutto alle spalle e pensare solo all'Europeo che lo vedrà impegnato nel Gruppo A, quello composto da Italia, Turchia, Svizzera e Galles appunto. Aaron, insieme a Gareth Bale, è uno dei pilastri della nazionale di Page, che sfiderà gli azzurri il prossimo 20 giugno all'Olimpico

Ramsey, frecciatina alla Juve

Alla vigilia dell'esordio a Euro 2020 contro la Svizzera, ai microfoni del tabloid inglese Mirror, il gallese ha riavvolto il nastro, parlando della sua esperienza ai bianconeri: "Le ultime due stagioni sono state complicate per me. Ci sono stanti diversi fattori e cambiamenti a cui non ero abituato". Per risolvere il "problema", Ramsey si è dotato di una squadra tutta sua composta da preparatori personali. "Alla fine ora ho la mia squadra, costruita intorno a me, che si concentra sulla mia forma fisica per farmi essere al meglio - continua Rasmey -. Ho preso i problemi in mano e attorno a me ho le persone giuste per cercare di creare una situazione in cui io possa tornare a sentirmi bene e ad avere di nuovo fiducia in me stesso".

Galles in campo: capitan Bale scherza, Ramsey si scalda per l'Italia
Guarda la gallery
Galles in campo: capitan Bale scherza, Ramsey si scalda per l'Italia

Ramsey: "In Nazionale mi conoscono da tanto tempo"

Discorso completamente diverso in Nazionale, dove Aaron è ormai uno dei veterani dopo aver fatto il suo esordio nemmeno 18enne il 19 novembre 2008, quasi 13 anni fa. "Lo staff atletico e medico mi conosce da tanto tempo, da quando ero all'Arsenal. Mi capiscono, conoscono il mio corpo e sanno quello di cui ho bisogno - svela il gallese -. Speriamo di poter tutti dare una mano affinchè io sia nella forma migliore". Questo, nonostante nell'allenamento di giovedì lo juventino non fosse in campo. "Era previsto così, si è deciso di farmi riposare. Ma sto bene e non vedo l'ora che arrivi sabato"

Ramsey ci crede: "Da vincenti contro l'Italia"
Guarda il video
Ramsey ci crede: "Da vincenti contro l'Italia"

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti