Italia, Chiellini rassicura: "Mi sono fermato in tempo, sto bene"

Il capitano azzurro dopo l'infortunio con la Svizzera: "Qualche giorno di riposo e vediamo come andrà. Il Galles è un'ottima squadra"
Italia, Chiellini rassicura: "Mi sono fermato in tempo, sto bene"© LaPresse

Parole rassicuranti del capitano della Nazionale, Giorgio Chiellini, uscito anzitempo dal campo nel primo tempo del match vinto dall'Italia contro la Svizzera: "Sto abbastanza bene - ha dichiarato ai microfoni di Rai Sport - non è niente di grave: qualche giorno di riposo e vediamo come andrà, ma sono riuscito a fermarmi prima di peggiorare la situazione". Anche senza il suo capitano, la Nazionale ha continuato a macinare gioco e vittorie: 29 le partite utili di fila sotto la guida di Mancini. "Questa squadra sta crescendo di partita in partita - osserva Chiellini - Ha un entusiasmo che le permette di fare tutte le cose senza fatica, in modo spontaneo. C'è un'energia positiva che va oltre gli undici che vanno in campo. In questi anni sono cambiati gli addendi ma il risultato è sempre lo stesso. Questo significa tanto, che c'è una base solida, e l'impronta l'ha data il mister che ha trasformato la squadra: tutto questo permette a chiunque entri nel gruppo di integrarsi subito bene". 

Chiellini: "Vogliamo arrivare primi"

Successivamente Chiellini ha parlato del prossimo impegno dell'Italia contro il Galles: "E' un'ottima squadra. Sono contento per Ramsey che ha segnato contro la Turchia, sta trovando quella continuità che per sfortuna non ha trovato nella Juve. Ma sulle sue qualità nessuno ha mai avuto dubbi: è un giocatore talmente intelligente che riesce a mettersi nella posizione giusta al momento giusto, una persona eccezionale e un giocatore di enorme qualità. Bale lo conosciamo pure, il Galles gioca assieme da tanti anni, non ha avuto delle rivoluzioni nell'ultimo biennio e ci aspetta una partita difficile, come lo sono tutte. Quando arrivi a questi livelli, non ci sono partite facili. Ora, però, cerchiamo di arrivare primi, è importante dare continuità, poi penseremo agli avversari: agli ottavi incroceremo una fra Austria e Ucraina e da lì in poi si vedrà".

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti