Corriere dello Sport

Napoli

Vedi Tutte
Napoli

Il Wolfsburg non si fida: Il Napoli non è l'Inter...

© Mosca

Il tecnico Dieter Hecking e il difensore Naldo temono la sfida contro gli azzurri

 Ettore Intorcia

mercoledì 15 aprile 2015 23:34

INVIATO A WOLFSBURG - Dieter Hecking sente il profumo di grande partita e non ha paura di accettare la sfida: «I punti deboli del Napoli? Non ho visto debolezze. Noi dobbiamo cercare di fare come ultimamente abbiamo fatto, ad ogni livello, mettendoci grande qualità difensiva e offensiva, insomma tutto quello che serve per vincere nel calcio». Il tecnico del Wolfsburg non ha paura del Napoli ma sottolinea, casomai ce ne fosse bisogno, che la squadra di Benitez è più avanti, nettamente, rispetto all'Inter di Mancini, eliminata nei quarti: «E' stata una gara difficile anche con l'Inter, ma se guardiamo la classifica di Serie A è vero che il Napoli è di qualche rango in più rispetto all'Inter, e su questa stagione complessivamente è superiore all'Inter. Stessa preparazione? Sappiamo molte cose sul Napoli, però sappiamo anche che dobbiamo contare principalmente su di noi. Vogliamo imporre il nostro progetto di gioco. Per me questo quarto di finale è il più bel confronto che ci sia. Un sorteggio difficile quanto attraente, soprattutto per il pubblico: una bella sfida, siamo contenti di poterla disputare. Voglio che la mia squadra costruisca la partita malgrado la resistenza napoletana che incontreremo. E' una partita da disputare senza pressione».

FINALE ANTICIPATA - Qualcuno nel gruppo l'ha definita una finale anticipata, Hecking la pensa come i suoi giocatori: «E' bello che vedere che hanno riflessioni molto positive. E' già una bella soddisfazione essere arrivati qui, ma prima di parlare di semifinali e finale c'è da affrontare una gara alla volta. Dopo l'andata avremo anche quella del San Paolo, dovremo dare due volte il massimo per passare il turno. Sarà una bella partita, uno spot per il calcio: qualunque sia il risultato, voglio vedere la squadra giocare con passione». Hecking e il Napoli, tra quotidianità e passato: «Io ho una scommessa con i titolari di due caffè qui a Wolfsburg, sono tifosi del Napoli: a seconda di chi passa, il cappuccino sarà gratuito o più caro… Del Napoli ricordo Maradona, quel tempo è stato vissuto anche da noi della Germania, con intensità».

NALDO - Dovrà marcare Higuain - «Il Napoli ha un collettivo molto forte, poi che lui sia un grande attaccante è innegabile» - ma Naldo è fiducioso di poter vincere ancora contro un'italiana: «Il Napoli ha un grande nome, una grande squadra e una grande società. C'è voglia di andare avanti, abbiamo battuto l'Inter e vogliamo confermarci. E' sempre bello giocare queste partite».

Per Approfondire