Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Europa League

Vedi Tutte
Europa League

Pagelle Lazio-Sparta Praga: non si salva nessuno, meritano tutti zero

Pagelle Lazio-Sparta Praga: non si salva nessuno, meritano tutti zero
© LaPresse

Biancocelesti sconfitti 0-3 e fuori dall'Europa League. Disastro Hoedt-Bisevac

Sullo stesso argomento

 

giovedì 17 marzo 2016 19:42

ROMA - La serata più amara per la Lazio: sconfitta in casa dallo Sparta Praga ed eliminata dall'Europa League. Non si salva nessuno tra i biancocelesti, il voto è zero per tutti. 

LAZIO-SPARTA PRAGA 0-3: RESA BIANCOCELESTE, ADDIO EUROPA LEAGUE

Marchetti 0
Tocca il pallone sparato in porta da Dockal in occasione del primo gol, ma non riesce a respingerlo. Difficile per lui fare qualcosa anche nell'azione della rete di Krejci, che indisturbato mette il pallone all'angolino basso sul secondo palo. È pronto al 35' su un tiro alla distanza di Dockal. Anche sul terzo gol può poco.

Konko 0
Non spinge, ma dalla sua parte la Lazio almeno balla il minimo. Salva al 29' nell'anticipo su Krejci, pronto a segnare la terza rete dello Sparta. Esce a metà del secondo tempo.

Mauricio 0 (dal 68')
Fare il terzino non è il suo mestiere, non ha il passo. Poco meno di mezz'ora di anonimato o quasi.

Bisevac 0
La coppia con Hoedt stasera fa acqua da tutte le parti. Il serbo è male posizionato in occasione del primo gol, in ritardo sul secondo. Non è tutto. La sua marcatura su Julic, autore del terzo gol, è da censurare. Ha poca qualità quando deve far ripartire l'azione e si vede. Nel secondo tempo c'è meno lavoro, ma la sua partita è segnata.

Hoedt 0
Male, come il collega di reparto, in questi primi 45 minuti. È sfortunato sul secondo gol dello Sparta: perde un contrasto con Zahustel aprendo la strada alla ripartenza finalizzata da Krejci. Serata da dimenticare. 

Lulic 0
In fase difensiva non è impeccabile e Keita non lo aiuta. Il bosniaco recupera almeno con la qualità delle giocate offensive. Ha tanta forza e generosità, ma non è lucido.

Biglia 0
Si mette in mostra con una conclusione al volo che termina fuori sullo 0-0. Spesso sorpreso alle spalle dagli inserimenti di Marecek, da lui ci si aspettava di più. Nella ripresa si perde nella confusione, senza mai riuscire ad aiutare la Lazio a ritrovare il senso dell'orientamento.

Parolo 0
Male in occasione del primo gol subito dalla Lazio, si ritrova spaesato in area e non riesce a impedire a Krejci di appoggiare all'indietro per Dockal. Ha una buona occasione al 18': su un cross di Candreva, non riesce a girare in porta da buona posizione. L'impegno non manca, ma il giocatore dello scorso anno, in pratica un attaccante aggiunto, è un ricordo.

Candreva 0
Dopo 15 secondi ha la palla del gol del vantaggio: calcia da posizione defilata, ma Bicik chiude lo specchio. Dai suoi piedi nascono azioni pericolose. Al 32' calcia di destro dalla distanza, Bicik c'è. Al 53' firma un involontario assist per Klose, che devia una sua conclusione dalla distanza destinata a finire fuori. Cala nella ripresa, affossato da una squadra biancoceleste che non riesce più a reagire.

Mauri 0
Si divora il gol dell'1-2 al 26', un rigore in movimento: tutto solo, dopo un inserimento dalle retrovie, si fa respingere la conclusione da Bicik. Ha un'altra grandissima occasione al 51', in spaccata, a un metro e mezzo dalla linea di porta: il portiere dello Sparta gli chiude ancora lo specchio. Il suo problema, stasera, è soprattutto di natura tattica: non riesce a trovare la giusta posizione in campo.

Felipe Anderson (dal 58') 0
Quasi un tempo a disposizione per dare una scossa a una Lazio completamente scarica: la sua prova scivola via senza sussulti. 

Keita 0
Zahustel, il terzino dello Sparta piazzato sulla sua fascia, è un cliente scomodo. Keita è troppo timido, fatica a trovare gli spazi per rendersi pericoloso. Si fa vedere in apertura di ripresa con un destro da fuori che esce di parecchi metri. Ci riprova al 58', con lo Sparta scoperto, ma invece che servire un compagno calcia ancora da fuori senza successo. Rispetto al primo tempo, almeno è più determinato.

Klose 0
Si danna l'anima. Non gli capita mai un pallone pulito in area, deve indietreggiare e giocare spalle alla porta. Ci mette tanto impegno. Al 14' mette in mezzo un buon pallone, ma trova l'intervento provvidenziale di un difensore. È sfortunato al 37', quando il portiere in uscita intercetta una sua sponda per Biglia. Mette il piede su una conclusione di Candreva, al 52', e sfiore il gol. Esce sei minuti più tardi, sconsolato.

Matri (dal 58') 0
Ci mette subito impegno e non si risparmia. Prova a sorprendere il difensore che lo controlla e il portiere con uno spettacolare colpo di tacco su un cross dalla destra, ma la conclusione è debole. Fa a sportellate con chiunque in area di rigore, gli manca il supporto dei compagni.

Pioli 0
La sfortuna non basta a spiegare una serata maledetta. Se la Lazio in campo non è una squadra e fallisce la grande occasione, chi è al comando è tra i principali responsabili.

CONTESTATO LOTITO, TIFOSI LAZIALI FURIOSI

Articoli correlati

Commenti