Sorteggi Europa League e Conference: i pericoli da evitare

Lunedì a Nyon i sorteggi per il turno di spareggio: quattro squadre italiane in campo il 16 e 23 febbraio
Sorteggi Europa League e Conference: i pericoli da evitare
3 min
Giorgio Coluccia
TagsRomaLaziojuve

L'urna si lecca già i baffi, pregustando gli accoppiamenti che lunedì all’ora di pranzo potrebbe mettere in tavola con il sorteggio. Su tutte c’è la possibilità agli spareggi di Europa League di piazzare Cristiano Ronaldo sulla strada della Juve a distanza di un anno e mezzo dall’addio. I bianconeri in qualità di retrocessi dalla Champions League, il fuoriclasse portoghese come secondo classificato con il suo Manchester United nel gruppo E di Europa League, dopo aver concluso ieri sera a pari punti con la Real Sociedad, ma sotto nella differenza reti per un solo gol. Proprio quel gol che CR7 ha sprecato nello scontro diretto tentando un pallonetto velleitario? Sta di fatto che il rischio è molto alto e in alternativa Ronaldo potrebbe anche rivivere l’atmosfera del Clásico pescando il Barcellona, l’altra grande esclusa dalla Champions assieme ad Ajax, Siviglia, Bayer Leverkusen, Sporting Lisbona, Salisburgo e Shakthar. Per la Juve gli altri incroci possibili sono meno probanti: spicca il trio francese Monaco, Rennes e Nantes; più malleabile il Midtjylland già incontrato dalla Lazio. Desta curiosità un possibile accoppiamento con i tedeschi dell’Union Berlin, rivelazione nonché capolista a sorpresa in Bundesliga dopo 12 giornate.  

No Lewa

Lo spauracchio della Roma (match di ritorno in casa) invece si chiama Lewandowski e gioca nel Barcellona, avversario da evitare assieme al Siviglia tra i meandri degli incroci di Nyon. Mourinho in alternativa potrebbe vivere un derby personale contro lo Sporting Lisbona, già affrontato in estate in amichevole in un match sfociato in rissa. Per i giallorossi l’opzione più morbida è rappresentata dagli ucraini dello Shakhtar Donetsk mentre Ajax (era nel girone del Napoli) e Bayer Leverkusen nascondono maggiori insidie. Fino ai quarti da regolamento non sono ammessi derby tra squadre provenienti dallo stesso Paese e gli spareggi (sia di Europa League sia di Conference League) si giocheranno in sfide di andata e ritorno tra il 16 e il 23 febbraio per mettere in palio gli ottavi di finale. Le teste di serie giocheranno in casa la sfida di ritorno. Al sorteggio di Europa League saranno teste di serie le otto seconde classificate della fase a gironi (non le retrocesse dalla Champions); parimenti in Conference League saranno teste di serie le otto seconde della fase a gruppi (non le retrocesse dall’Europa League).

Conference

Nel terzo torneo a livello continentale, la Lazio ha raggiunto la Fiorentina, ma avranno avversarie differenti perché i biancocelesti arrivano dall’Europa League mentre i viola da secondi classificati nel gruppo A. In ottica futura (ossia per gli ottavi) gli spauracchi sono le prime classificate West Ham, Villarreal e Nizza, ma lunedì sulla carta ci saranno avversarie più morbide da pescare. La Fiorentina - che avrà la gara di ritorno al Franchi - rischia di trovare i norvegesi del Bodø/Glimt (vecchia conoscenza della Roma); la Lazio potrebbe avere trasferte più scomode sui campi di Partizan, Anderlecht e Basilea. Adesso la parola passa alle urne. 

Europa League: la Roma va ai play off. La Lazio retrocede in Conference
Guarda il video
Europa League: la Roma va ai play off. La Lazio retrocede in Conference


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Commenti