Mancini: «Sono ottimista, Zaniolo titolare è un bene per l'Italia»
© Getty Images
Italia
0

Mancini: «Sono ottimista, Zaniolo titolare è un bene per l'Italia»

Il ct azzurro promuove i giovani. «La speranza è che continuino a giocare» spiega in conferenza stampa a Coverciano. «Ora solo Donnarumma ha giocato tanti match importanti»

FIRENZE - "I giovani sono migliorati e stanno crescendo. La speranza è che continuino a giocare". Il ct Roberto Mancini, in conferenza stampa al Centro tecnico federale di Coverciano, si dimostra ottimista. Gli azzurri si sono riuniti per uno stage in vista delle prime due partite delle qualificazioni all'Europeo, contro Finlandia e Liechtenstein. Il ct ha apprezzato la crescita "velocissima e forse anche imprevedibile" di Zaniolo, che rappresenta "un bene anche per la Nazionale. Ha le qualità di un centrocampista moderno, è stato molto precoce, volte è facile arrivare però poi bisogna riuscire a migliorarsi. Deve quindi continuare a lavorare sodo. Se è pronto per fare il titolare anche in nazionale? Se lo fa nella Roma...''. ha commentato il ct. Parole di incoraggiamento anche per Chiesa, che "più gioca e più migliorerà. Con l'esperienza imparerà a gestire sempre meglio le sue energie in campo e a essere più lucido in zona gol".

Mancini: "Quagliarella si è meritato la Nazionale"

PIU' SPAZIO AI GIOVANI - Quel che manca rispetto al passato, ammette il ct, è la possibilità di giocare con continuità per i giovani talenti di oggi. "Quando giocavo, avevamo già tante presenze in serie A, mentre ora solo Donnarumma ha un numero importante di presenze. Giocatori bravi giovani adesso ci sono, devono mettere nel curriculum più partite ad alto livello" ha spiegato Mancini.

QUAGLIARELLA SI MERITA LA CHIAMATA - Non di soli giovani, però, vive la nazionale. Mancini ha parlato anche di Quagliarella, che si è conquistato sul campo la convocazione per lo stage. "Lui sa la stima che ho per lui, è antica, sa benissimo che può esserci o non esserci, ma in questo momento se la merita". Cutrone, non presente nei 32, "è un altro ragazzo che seguiamo, ha un grande futuro in Nazionale. L'ultima volta e' stato chiamato poi si e' infortunato. Non c'è oggi, ci sarà la prossima volta".

"BALOTELLI? SEGUIAMO TUTTI" - Porte aperte in prospettiva anche per Mario Balotelli. "Seguiamo tutti, non perdiamo di vista nessuno. Mario fa parte del gruppo, dipende da lui non da me o da altri" ha detto il ct. Passato al Marsiglia, il centravanti stimolato da Rudi Garcia ha giocato ancora troppo poco quest'anno dopo la conclusione della sua esperienza a Marsiglia. "Convocarlo a fine marzo? Se riuscira' a fare un gol ogni gara da qui a fine marzo..." ha concluso con un sorriso Mancini.

VIALLI CAPO DELEGAZIONE - Il ct è infine tornato con soddisfazione sulla proposta di affidare a Gianluca Vialli il ruolo di capo delegazione della Nazionale. "E' un'idea del presidente Gravina, non so cosa si sono detti. Ma mi farebbe immensamente piacere, abbiamo condiviso la gioventù e tutti i momenti belli dalla vita".

Vedi tutte le news di Italia

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta