Italia Under 19, anche Faticanti della Roma tra i convocati

Gli azzurrini voleranno a Helsinki per la seconda fase della qualificazione del campionato Europeo di categoria: la lista di Nunziata
Italia Under 19, anche Faticanti della Roma tra i convocati
7 min
Tagsfaticanti

Gli azzurrini a Helsinki per la seconda fase della qualificazione del campionato Europeo Under 19. Squadra e staff hanno appuntamento domenica sera al Villaggio Azzurro di Novarello e la partenza per la capitale finlandese è in programma la mattinata di lunedì dall’aeroporto di Malpensa. Per questo importante appuntamento, il ct Carmine Nunziata ha convocato 20 giocatori, tutti ragazzi nati nel 2003 salvo Giacomo Faticanti (Roma), l’unico sotto età, classe 2004. L’Italia è stata inserita nel Gruppo 5 insieme a Germania, Belgio e i padroni di casa della Finlandia e si presenta a questo élite round dopo aver superato il primo turno lo scorso ottobre in Slovenia con un percorso netto: tre vittorie su tre contro Lituania (2-0), Islanda (3-0) e Slovenia (3-1). Il calendario di questa seconda fase prevede le tre partite, tutte ad Helsinki, mercoledì 23 marzo alle 10.30 (ora italiana) contro la Germania; sabato 26 marzo alle 16.30 contro i padroni di casa della Finlandia; martedì 29 marzo alle 16.30 contro il Belgio. Solo la prima classificata nel girone staccherà il pass per la Slovacchia, sede delle finali europee dal 18 giugno al primo luglio. La fase finale della rassegna continentale qualificherà le prime 5 alla FIFA U20 World Cup del prossimo anno in Indonesia.

L’ultima edizione dell’Europeo Under 19 risale al 2019 quando l’Italia, nella fase finale disputata in Armenia, non riuscì a superare il primo turno, eliminata nell’ultima partita dalla Spagna dopo un match intenso e vinto di misura dagli iberici (2-1) poi diventati campioni d’Europa della categoria. Chiamato a sostituire il dimissionario Federico Guidi, sulla panchina Azzurra sedeva Carmine Nunziata che oggi, dopo due anni di interruzione dell’attività internazionale dovuta alla pandemia, affronta nuovamente la sfida europea in un girone di qualificazione alquanto ostico. “Il valore tecnico – spiega il tecnico azzurro – delle squadre che avremo di fronte, è riconosciuto da tutti. La Germania e il Belgio hanno scuole calcistiche di assoluto livello, nonostante il primo turno di qualificazione sia stato superato con qualche titubanza, soprattutto dalla prima. La Finlandia riserverà delle sorprese e, naturalmente avrà il favore del pubblico che, di solito, segue appassionatamente le proprie squadre giovanili.” Lo scoglio: “E’ sempre la prima partita – sottolinea Nunziata – che sarà una vera battaglia, data l’antica rivalità agonistica tra Italia e Germania.” La fiducia: “Abbiamo una buona squadra, con cui abbiamo brillantemente superato il primo turno di qualificazione. C’è entusiasmo e molta carica. Rispettiamo i nostri avversari ma anche loro – conclude il ct – sanno di avere di fronte un gruppo che ha dietro di sé una forte tradizione calcistica. In Finlandia ce la giocheremo ad armi pari.”

Lista dei convocati

Portieri: Sebastiano Desplanches (Milan), Gioele Zacchi (Sassuolo);

Difensori: Alessandro Fontanarosa (Inter), Diego Coppola (Hellas  Verona), Daniele Ghilardi (Hellas Verona), Gabriele Mulazzi (Juventus), Giorgio Scalvini (Atalanta), Riccardo Turicchia (Juventus), Mattia Zanotti (Inter);

Centrocampisti: Cesare Casadei (Inter), Giovanni Fabbian (Inter), Giacomo Faticanti (Roma), Jacopo Fazzini  (Empoli), Samuele Giovane  (Atalanta), Fabio Miretti (Juventus), Filippo Terracciano (Hellas Verona);

Attaccanti: Giuseppe Ambrosino Di Bruttopilo (Napoli), Tommaso Baldanzi (Empoli), Wilfred Gnonto (Zurigo), Marco Nasti (Milan).

Staff: Capo Delegazione, Gianfranco Serioli; Allenatore, Carmine Nunziata; Assistente Allenatore, Emanuele Filippini; Preparatore Atletico, Vito Azzone; Preparatore Portieri, Fabrizio Ferron; Match Analyst, Marco Mannucci; Medici, Carmelo Papotto; e Lorenzo Ticca; Fisioterapisti, Giuseppe Galli e Fabrizio Casati ; Nutrizionista, Alessio Colli; Osservatore, Claudio Coppi; Ufficio Stampa, Giuseppe Ingrati; Segretario, Aldo Blessich ; Magazziniere, Giovanni Pompeano; Tutor, Stefano Presciutti. 

Club di provenienza dei giocatori: Inter 4; Juventus ed Hellas Verona 3; Milan, Atalanta e Empoli 2; Sassuolo 1; Napoli 1; Roma 1; Zurigo 1. 

Composizione del Gruppo 5 dell’élite round: Italia, Germania, Belgio e Finlandia. 

Calendario delle partite

Mercoledì 23 marzo

Italia-Germania, Myyrmäki Stadium (Vantaa), ore 11.30

Finlandia-Belgio, Myyrmäki Stadium (Vantaa), ore 17.30

Sabato 26 marzo

Belgio-Germania, Myyrmäki Stadium (Vantaa), ore 11.30

Finlandia-Italia, Myyrmäki Stadium (Vantaa), ore 17.30

Martedì 29 marzo

Germania-Finlandia, Helsinki Football Stadium (Helsinki), ore 17.30

Belgio-Italia, Myyrmäki Stadium (Vantaa), ore 17.30

Le avversarie dell'Italia

Belgio. Secondo attacco più prolifico di tutta la prima fase (12 gol fatti e 4 subiti) che ha superato al primo posto del Gruppo 8 con 2 vittorie (Azerbaijan 5-1; Lussemburgo 5-1) ed un pareggio (Spagna 2-2). Presumibilmente l’avversario più pericoloso che applica un 4-2-3-1 con buona tecnica, velocità e tanta fisicità. Due gli elementi di spicco: Noah Mbamba (2005), centrocampista del Bruges con cui ha collezionato 15 presenze nella prima parte del campionato. Nel corso della prima fase di qualificazione ha segnato in tutte le partite disputate. Altro elemento è Luca Oyen, nato in Inghilterra, trequartista di grande qualità. Gioca nel Genk con cui ha disputato 17 partite e realizzato due reti.

Finlandia. Seconda nel Gruppo 5 della prima fase di qualificazione, alle spalle dell’Ucraina, grazie a due vittorie (Polonia 3-1 e Malta 1-0) e una sconfitta con l’Ucraina (2-1). Usualmente schiera il 4-3-3, gioco corto, velocità nelle ripartenze e una certa pericolosità nei calci piazzati. Tra loro, due conoscenze dei campionati italiani: Niklas Pyyhtia, centrocampista del Bologna che ha esordito in serie A, con già 4 convocazioni nella Under 21 finlandese e Henri Salomaa attaccante destro della Primavera del Lecce.

Germania. Nella prima fase giunge al secondo posto, alle spalle della Russia, del Gruppo 2 di qualificazione dove vince con le Far Oer (4-1), pareggia con la Grecia (1-1) e perde con la Russia (3-1). Squadra intensa, che ama attaccare con molti giocatori, con qualche titubanza in difesa, schiera prevalentemente un 4-2-3-1. Squadra imprevedibile, che è riuscita a vincere, tra settembre e ottobre dello scorso anno, con il Portogallo, Olanda, Svizzera e pareggiare con l’Inghilterra. Due i giocatori di rilievo, ambedue  del Bayern: il capitano Torben Rhein, centrocampista e Armindo Sieb, attaccante.


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti