Corriere dello Sport

Under 21

Vedi Tutte
Under 21

Europei U21, Inghilterra-Italia 1-3: azzurri fuori per il "biscotto"

La squadra di Di Biagio paga il pari tra Portogallo e Svezia. Fuori dai Giochi di Rio 2016

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 24 giugno 2015 22:36

OLOMOUC (REPUBBLICA CECA) - Portogallo e Svezia fanno fuori l'Italia dagli Europei Under 21: la vittoria contro l'Inghilterra per 3-1 non basta perché l'altra partita del gruppo B finisce in pareggio, 1-1, il risultato che consente a portoghesi e svedesi di qualificarsi per le semifinali a danno degli azzurrini. "Biscotto" o no, l'Italia non si qualifica per i Giochi di Rio de Janeiro del 2016. Una serata amara che ricorda quella del 23 giugno 2004, con le lacrime di Cassano e la Nazionale di Trapattoni fuori dagli Europei portoghesi a causa di un discusso pareggio nell'altra gara del girone, quella tra la Svezia (ancora una volta) e Danimarca. I ragazzi di Di Biagio si svegliano troppo tardi, dopo avere raggranellato solo un punto nelle prime due gare giocate in Repubblica Ceca. Contro l'Inghilterra si vede una squadra finalmente libera di esprimere al meglio le proprie potenzialità: oltre a Belotti e Benassi, autori di gol bellissimi, brillano anche il romanista Romagnoli e il laziale Cataldi, perni di questa Under 21. Tutto inutile.

BELOTTI, CHE GOL! - L'unica sorpresa nell'Italia è Crisetig al posto di Viviani in mediana. La partenza degli azzurri non è delle migliori. L'Inghilterra fa la partita e affonda con i suoi uomini più forti, Ings e Kane su tutti. La prima occasione pericolosa nasce proprio dai loro piedi, dopo 13 minuti: il bomber del Tottenham lancia Ings in profondità, ma la conclusione del talentuoso attaccante inglese è fuori misura. Ancora Inghilterra dieci minuti più tardi: Kane rientra sul destro e calcia dal limite dell'area costringendo Bardi a una difficile respinta in tuffo. Nel momento migliore degli inglesi però passa l'Italia: è il 25'. Il colpo al volo di Belotti, su assist di Berardi, è probabilmente uno dei gol più belli di questa fase finale degli Europei. È la scintilla che accende gli azzurri. Un minuto e arriva il raddoppio, un destro preciso di Benassi dal centro dell'area. In 120 secondi la gara cambia radicalmente. Ora l'Italia deve difendere il risultato e sperare che Portogallo-Svezia non finisca in parità. L'ultimo brivido del primo tempo è la parata di Bardi, con un piede, su Redmond.

BEFFA AZZURRA - Nella ripresa, gli azzurri rischiano in avvio. Ci prova Lingard al 47', ma il suo tiro finisce di poco fuori. Poi è la volta di Ings e Redmond, ma l'Italia tiene e riesce a chiudere la gara al 72', ancora con Benassi. Il centrocampista del Torino svetta al centro dell'area e, di testa, batte ancora una volta Butland. In panchina, Di Biagio e il suo staff aspettano notizie dallo stadio di Uherske Hradiste, dove si gioca Portogallo-Svezia. Paciencia, all'82', illude la Nazionale, poi all'89' arriva il gol beffa dello svedese Tibbling. Nella delusione generale passa quasi inosservata la rete inglese, segnata da Redmond. L'Italia finisce seconda, a pari punti con la Svezia, ma lascia gli Europei tra mille rimpianti per la sconfitta nello scontro diretto.

INGHILTERRA-ITALIA 1-3: TABELLINO, CRONACA E STATISTICHE

PORTOGALLO SVEZIA, È BISCOTTO? I GIOCATORI FANNO MELINA

Per Approfondire

Commenti