Italia-Islanda 3-0, Sottil e doppietta di Cutrone: sorride Nicolato

Gli azzurrini continuano a correre nel girone di qualificazione all'Europeo di categoria: palo degli islandesi in avvio di gara, l'attaccante della Fiorentina ci porta avanti prima dell'intervallo, nel finale la doppietta dell'ex Milan

© LAPRESSE
Vladimiro Cotugno

Sotto la pioggia di Ferrara l'Under 21 di Nicolato non sbaglia e affonda l'Islanda Isotto i colpi di Sottil e Cutrone, portandosi a 10 punti nel girone dopo quattro partite e mettendosi in scia per superare l'Irlanda capolista a 13 ma con due match giocati in più degli azzurrini. Partita inizialmente complicata per Pinamonti e compagni, con un palo preso sullo 0-0 dagli scandinavi, poi la maggiore qualità tecnica ha fatto la differenza. 

Il palo salva Carnesecchi, Sottil ci porta avanti 

Inizio di partita con Islanda protagonista: Carnesecchi compie un grande intervento all'11' su Thorsteinsson, poi al quarto d'ora viene salvato dal palo sul sinistro di Finnsson. Passato lo spavento gli azzurrini reagiscono, azione sull'asse Pinamonti-Sottil con l'inserimento e la conclusione di Sala salvata da Gunnarsson. L'Italia guadagna metri e personalità e sblocca la partita dopo 32 minuti: azione caparbia di Cutrone in area, cross incrociato di testa da Pinamonti e Sottil in spaccata infila il vantaggio. Primo tempo che si chiude in crescendo per i ragazzi di Nicolato, con Carraro, Maggiore e Locatelli bravi a prendersi il centrocampo.

Cutrone sbaglia, poi la chiude: doppietta e festa Italia

Si riparte senza cambi e con Cutrone che fa tutto bene in area ma si divora il raddoppio allargando troppo il destro a giro. Ci prova anche Pinamonti dopo un'ora di gioco ma il suo rasoterra in area non trova la porta, l'Islanda dopo una partenza fisicamente importante paga dazio e non riesce a contrastare gli azzurri che si prendono la partita grazie anche ai nuovi ingressi di Adjapong, Zanellato e Scamacca. Proprio quest'ultimo entra nell'azione del raddoppio all'84': cross di un ottimo Sala, colpo di testa del neoentrato respinto da un difensore, sulla ribattuta il centravanti del Wolverhampton non perdona e chiude la partita, infiocchettando il risultato nel recupero firmando la doppietta. E' festa Italia a Ferrara, sporcata solo dal nervosismo islandese: l'arbitro espelle Eidur 'Guddy' Gudjonsen dalla panchina ospite, poi al fischio finale mini rissa comunque subito sedata. Prossima sfida in programma il prossimo 19 novembre, al Massimino di Catania arriva l'Armenia

 

Commenti