Corriere dello Sport

Lega Pro, Serie D

Vedi Tutte
Lega Pro, Serie D

Lega Pro, il presidente Ranucci carica l'UnicusanoFondi

Lega Pro, il presidente Ranucci carica l'UnicusanoFondi

Il presidente della squadra della ricerca scientifica italiana carica l'ambiente in vista della prima sfida nel play off promozione con la Virtus Francavilla

Sullo stesso argomento

 

sabato 13 maggio 2017 10:43

Lega Pro, l'UnicusanoFondi ha raggiunto già un grande traguardo, quello dei play off promozione. Ma alla vigilia della prima sfida con la Virtus Francavilla le parole del presidente Stefano Ranucci, che non potrà fisicamente assistere al match perché gravemente infortunatosi nel corso di un evento benefico, suonano come una vera e propria carica. 

TESTA E CUORE. "Seguirò la partita col cuore", ha esordito a Radio Cusano Campus il presidente dell'UnicusanoFondi Stefano Ranucci. "Sento i ragazzi quotidianamente, ci giochiamo qualcosa di importante. Superando il primo play off promozione di Lega Pro contro la Virtus Francavilla, tutto diventerebbe possibile per la squadra dell'Università Niccolò Cusano". 

STAGIONE COMUNQUE POSITIVA. Stefano Ranucci, presidente del club della ricerca scientifica italiana, ha parlato del campionato di Lega Pro disputato dall'UnicusanoFondi: "Nel mese di marzo abbiamo pagato un po' di inesperienza. Forse abbiamo alzato l'asticella più del dovuto, stressando i ragazzi. Abbiamo lasciato per strada quei cinque o sei punti con cui saremmo potuti arrivare più in alto". 

IL MESSAGGIO DEL PATRON. "Cosa ha comunicato ai calciatori il patron Stefano Bandecchi? Che bisogna vincere - ha risposto il presidente dell'UnicusanoFondi, Stefano Ranucci - anche se ha tranquillizzato i ragazzi trasmettendogli grande serenità. E' importante la prestazione. Il nostro obiettivo di tutti i giorni anche all'Università è metterci la giusta passione, dare il massimo. Poi si vedrà". 

FUTURO. Su questo, Stefano Ranucci, presidente dell'UnicusanoFondi, che al primo anno di Lega Pro sogna già la promozione in Serie B, è categorico: "A prescindere dalla categoria, il prossimo anno ripartiremo dall'unico vero punto fermo. Il direttore sportivo Luca Evangelisti. 

Articoli correlati

Commenti