Corriere dello Sport

Lega Pro, Serie D

Vedi Tutte
Lega Pro, Serie D

Lega Pro, UnicusanoFondi tra gli applausi: il sogno è solo rimandato

Lega Pro, UnicusanoFondi tra gli applausi: il sogno è solo rimandato

Ranucci: «Abbiamo giocato solo noi». Pochesci: «Ragazzi bravissimi»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 15 maggio 2017 11:59

Lega Pro, il sogno promozione dell'UnicusanoFondi è solo rimandato. C'è da scommetterci, per la bella annata che la squadra dell'Università Niccolò Cusano si è regalata e per il modo che la società ha di progettare al futuro. Dalla Serie D alla Lega Pro (con tanto di vittoria della Coppa Italia), con il club della ricerca scientifica italiana che si è giocato i play off da protagonista e che per un niente non è riuscito ad espugnare il campo della Virtus Francavilla.

IL PRESIDENTE RANUCCI.  "Non passiamo il turno per via del regolamento – commenta il presidente dell'UnicusanoFondi Stefano Ranucci ai microfoni di Radio Cusano Campus - Abbiamo fatto una grande gara, purtroppo abbiamo avuto un anno per posizionarci nella parte nobile della classifica e avere la possibilità di giocarci in casa i playoff: non ci siamo riusciti e oggi paghiamo questo, perché ai punti avremmo vinto noi, abbiamo avuto molte occasioni, abbiamo giocato soltanto noi". Eppure soltanto due settimane fa in Lega Pro l’UnicusanoFondi era venuta a Francavilla a perdere per 3-1: "Non so a questo punto come abbiamo fatto a perdere in campionato – spiega Ranucci - Il turno l’abbiamo perso durante il corso dell’anno, perché stavolta c’è stata una sola squadra in campo. Peccato perché ci tenevo molto ad andare a sfidare il Livorno». Livorno che nel pomeriggio si era qualificato a sua volta eliminando il Renate.

MISTER POCHESCI. Dispiaciuto a fine gara anche mister Sandro Pochesci, che sempre a Radio Cusano Campus ha spiegato cosa è mancato all'UnicusanoFondi per vincere: "E’ mancato lo spunto, semplicemente, contro una squadra tutta chiusa e su un campo inguardabile, con il pallone che non usciva mai e non permetteva di rifiatare. Forse c’era anche un rigore, ma comunque devo fare i complimenti ai ragazzi che hanno fatto una grande stagione». Un’annata che di certo non è da buttare, tutt’altro, e che anzi, conclude Pochesci, "potrà servire alla squadra dell'Università Niccolò Cusano a migliorare per la prossima stagione". stagione che vedrà i rossoblu al via con rinnovate ambizioni di promozione.

SOLIDARIETA'. L’UnicusanoFondi, non a caso la squadra della ricerca scientifica italiana, ha giocato ieri sostenendo l’iniziativa “L’Azalea della Ricerca” dell’Airc, che in occasione della Festa della Mamma è scesa in oltre 3600 piazze per la salute delle donne.

Articoli correlati

Commenti