Corriere dello Sport

Serie D

Vedi Tutte
Serie D

Parma, si riparte dalla D. Apolloni: «Siamo la storia»

Parma, si riparte dalla D. Apolloni: «Siamo la storia»
© Getty Images

Quasi 9mila abbonamenti sottoscritti, poco meno di mille i tifosi pronti a seguire in trasferta la squadra per il debutto stagionale

 

sabato 5 settembre 2015 18:50

PARMA - Comincerà ad Arzignano, centro della provincia vicentina, la nuova avventura del calcio parmigiano. Domani il club nato dalle ceneri del fallimento della società di Ghirardi e Leonardi comincia il campionato di serie D. Lo farà con il nome di Parma calcio 1913 ma il clima nella città emiliana è praticamente lo stesso di quando si giocava in serie A. Quasi 9.000 abbonamenti sottoscritti, poco meno di mille i tifosi pronti a seguire in trasferta la squadra per il debutto stagionale, il clima è pieno di entusiasmo nonostante l'anno terribile appena vissuto. "Iniziamo portando la storia con noi - ha detto alla vigilia Luigi Apolloni, allenatore scelto dal presidente Nevio Scala - perché la maglia che indossiamo fa parte della storia del calcio internazionale. L'emozione sarà fortissima perché dirigere la squadra con cui ho giocato per tanti anni sicuramente mi darà sensazioni particolari, soprattutto all'inizio. Il Parma, lo ripeto, è parte della storia del calcio in Italia, ha vinto molto più di altre squadre blasonate".

MISSIONE LEGA PRO - Ma la serie D ha non poche incognite e "noi stiamo cercando di assorbire più notizie possibili - ha specificato Apolloni - Il Parma ha i mezzi per fare la partita, non perdendo umiltà ed equilibri, e calandosi nella realtà della D". Al di là dei discorsi sul blasone e il passato, domani, però, si gioca per i tre punti, primissimo passo per una non semplice risalita. "Non dobbiamo vincere per forza - ha detto Apolloni - dobbiamo iniziare però il campionato nel modo giusto per il nostro obbiettivo". Che, nemmeno a dirlo, è l'immediata promozione in Lega Pro.

Per Approfondire

Commenti