Qatar 2022: sul Corriere dello Sport arrivano i Podcast Mondiali

Da Gianpiero Combi detto Fusetta a Ronaldo il Fenomeno, passando per la grande Ungheria, Garrincha e Gerd Muller: il mito della Coppa del Mondo in 15 racconti da ascoltare
Qatar 2022: sul Corriere dello Sport arrivano i Podcast Mondiali
2 min
TagsMondialiQatarpodcast

I Mondiali di Qatar 2022 entrano sempre più nel vivo. Anche se senza Italia e se ampiamente criticati a livello globale, per via delle infinite polemiche derivanti dalla cadenza dell’evento e da tutte le questioni di natura organizzativa e culturale, i campionati del mondo rappresentano da sempre il massimo per ogni vero appassionato di calcio. Come in queste prime partite, nella storia non sono mancate le sorprese. L’Argentina di Messi ha perso inaspettatamente all’esordio contro l’Arabia Saudita, ma anche in passato era già uscita clamorosamente sconfitta al debutto (nel 1982 da campione in carica contro il Belgio e nel 1990 da futura finalista contro il Camerun). La storia dei Mondiali è ricca di imprese e legittime affermazioni; di partite epiche e personaggi leggendari, a volte anche dimenticati; di aneddoti sospesi tra mito e realtà. Per ripercorrerla e celebrarla il Corriere dello Sport ha realizzato una collana di 15 podcast, che saranno pubblicati con quattro uscite settimanali (il martedì, il giovedì, il sabato e la domenica) sul canale Spotify, da domani (giovedì 24 ottobre) fino al giorno della finale (domenica 18 dicembre).

I podcast dedicati al Mondiale

Vi racconteremo le gesta di un grande portiere come Gianpiero Combi (capitano della nazionale azzurra campione del mondo 1934); torneremo al 1950, l’edizione disputata un anno dopo Superga, quando raggiungere il Brasile in aereo rappresentava un tabù; e poi ancora vi narreremo le gesta di leggendari cannonieri come Just Fontaine, Mario Kempes o Gerd Muller e il suo profetizzato e vincente canto del cigno con la nazionale. Celebreremo la Squadra d’Oro ungherese, eterna incompiuta, battuta a sorpresa dai tedeschi nel ’54; ma anche il Camerun di Roger Milla e la Bulgaria di Hristo Stoichkov, le sorprese degli anni ’90. Questi e tanti altri racconti da ascoltare, per chiudere il giorno della finale, con la cronaca del trionfo della Seleçao nell’ultimo atto di 20 anni fa. I Podcast Mondiali vi aspettano.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti