Francia-Marocco, le pagelle: Griezmann su tutti, Amrabat a metà

Mbappé stravolge gli equilibri, Theo Hernandez segna il gol più importante della sua vita. Ziyech corre e lotta da vero capitano
Francia-Marocco, le pagelle: Griezmann su tutti, Amrabat a metà
Roberto Maida

FRANCIA

Ct Deschamps 7
La tattica speculativa, come contro l’Inghilterra, lo premia con la seconda finale mondiale consecutiva. Una continuità di risultati così esaltante non può non dipendere anche dalle sue doti. E ora Messi. 

Lloris 6,5 
Vigila sull’ordinario e sfiora un pallone pericoloso che finisce sul palo. 

Koundé 6,5 
Nella sua zona succede poco. Diventa un difensore centrale in più nelle situazioni di contenimento danni: salva il 2-1 a tempo scaduto. 

Varane 6,5 
Da una sua verticalizzazione parte l’1-0. Dietro vive qualche momento di apprensione ma se la cava. 

Quando si gioca la finale dei Mondiali? Argentina-Francia: data, orario e diretta tv

Konaté 7,5 
Titolare dell’ultim’ora, causa influenza di Upamecano, si rivela una sentinella insuperabile per la Francia. Per terra come per aria. 

T. Hernandez 6,5 
Segna il gol più importante della sua vita dopo aver seguito con fiducia un’azione confusa. Poi prende botte e rischia un rigore su Boufal. 

Tchouameni 6,5 
Gioca un ottimo primo tempo ma dopo l’intervallo si perde. E’ prezioso comunque nella tessitura del 2-0. 

Fofana 6 
Più dinamico e meno palleggiatore di Rabiot, rimasto in albergo con l’influenza, viene messo alla prova dall’intensità del Marocco ma resta in piedi. 

Dembelé 5,5 
Non granché. Dribbling inutili alternati a lunghe pause. 

Kolo Muani (33’ st) 6,5 
Al primo pallone toccato certifica l’ingresso in finale: è il suo primo gol nella nazionale francese alla quarta presenza totale. 

Griezmann 7,5 
Spettacolare, come dall’inizio del Mondiale. Legge con furbizia quasi tutte le traiettorie, recuperando palloni scottanti e innescando l’accelerazione che porta al gol di Hernandez. 

Mbappé
E’ assopito dentro a una partita che lo coinvolge poco. Però stravolge gli equilibri del Marocco in tutti e due i gol. In un modo diverso da altre volte, è determinante. Chiude da centravanti, liberandosi dalla marcatura di Hakimi. Voleva la sfida con Messi e l’avrà. 

Giroud 5,5 
Colpisce un palo in contropiede con un tiro che poteva essere sfruttato meglio, sbaglia un gol a porta vuota. Non una grande serata stavolta. 

Thuram (20’ st) 6,5 
Un buon cambio. Incassa falli e assiste a dovere Mbappé. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

MAROCCO

Ct Regragui 6,5
Con tre difensori rotti, non poteva reggere la forza d’urto francese nonostante l’entusiasmo della squadra. Eppure ha giocato a lungo alla pari con l’avversario grazie all’organizzazione. 

Bounou 6 
Innocente ma senza prodigi. 

Dari 5 
Stralunato all’inizio, con la difesa a tre, non riesce a tamponare quasi mai. 

Saiss 5 
Nato in Francia, non stava bene e ha provato a giocare con i sogni: dura venti minuti nei quali commette un grave errore di posizionamento su Giroud. 

Amallah (21’ st) 6 
Offre tutta la grinta di cui dispone. Non combina guai. 

Ezzalzouli (33’ st) sv 

El Yamiq 5 
La sua partita è un’altalena tra male e bene. Un liscio tremendo apre una voragine che causa l’1-0. Si riabilita parzialmente con un salvataggio su Mbappé. E soprattutto non indovina per poco la giocata del Mondiale, un passo di bicicletta che sbatte sul palo. Ma regala anche il secondo gol alla Francia, prima con il passaggio verticale sbagliato e poi tenendo in gioco Kolo. 

Hakimi 6,5 
Controlla benino l’amico Mbappé e non disdegna il sostegno alla manovra. Gli manca qualità solo negli ultimissimi metri. 

Amrabat
Non può essere bocciato perché è sempre dentro al gioco, anche se in fase difensiva (vedi secondo gol) non è perfetto. 

Ounahi 6 
Talento speciale e grande personalità. Combatte alla pari con Fofana che gli prende le misure piano piano. 

Mazraoui 6 
E’ un altro di quelli malconci. Resiste fino al primo tempo senza provocare sconquassi. 

Il bellissimo gesto del Marocco dopo la semifinale persa contro la Francia: il significato

Attiah-Allah (1’ st) 6 
Vivace sulla fascia. Peccato gli manchi lo spunto finale. 

Ziyech 6 
Corre e lotta da vero capitano, che diventa dopo l’uscita di Saiss. Per sfortuna del Marocco costruisce bene ma non finalizza. 

El-Nesyri 5 
Mai segnalato in area di rigore. Varane e soprattutto Konaté lo cancellano dal campo. 

Hamdallah (21’ st) 5,5 
Non aggiunge molto. Ha una buona possibilità in area ma si inerpica in una serie di dribbling che non servono.

Boufal 6 
I soliti spunti. Però anche una tenuta limitata nel tempo: Regragui lo sostituisce a metà ripresa quando vede che la benzina è finita. 

Aboukhlal (21’ st) 5,5 
Non ha il tempo di capire la partita che sta scappando via.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

FRANCIA

Ct Deschamps 7
La tattica speculativa, come contro l’Inghilterra, lo premia con la seconda finale mondiale consecutiva. Una continuità di risultati così esaltante non può non dipendere anche dalle sue doti. E ora Messi. 

Lloris 6,5 
Vigila sull’ordinario e sfiora un pallone pericoloso che finisce sul palo. 

Koundé 6,5 
Nella sua zona succede poco. Diventa un difensore centrale in più nelle situazioni di contenimento danni: salva il 2-1 a tempo scaduto. 

Varane 6,5 
Da una sua verticalizzazione parte l’1-0. Dietro vive qualche momento di apprensione ma se la cava. 

Quando si gioca la finale dei Mondiali? Argentina-Francia: data, orario e diretta tv

Konaté 7,5 
Titolare dell’ultim’ora, causa influenza di Upamecano, si rivela una sentinella insuperabile per la Francia. Per terra come per aria. 

T. Hernandez 6,5 
Segna il gol più importante della sua vita dopo aver seguito con fiducia un’azione confusa. Poi prende botte e rischia un rigore su Boufal. 

Tchouameni 6,5 
Gioca un ottimo primo tempo ma dopo l’intervallo si perde. E’ prezioso comunque nella tessitura del 2-0. 

Fofana 6 
Più dinamico e meno palleggiatore di Rabiot, rimasto in albergo con l’influenza, viene messo alla prova dall’intensità del Marocco ma resta in piedi. 

Dembelé 5,5 
Non granché. Dribbling inutili alternati a lunghe pause. 

Kolo Muani (33’ st) 6,5 
Al primo pallone toccato certifica l’ingresso in finale: è il suo primo gol nella nazionale francese alla quarta presenza totale. 

Griezmann 7,5 
Spettacolare, come dall’inizio del Mondiale. Legge con furbizia quasi tutte le traiettorie, recuperando palloni scottanti e innescando l’accelerazione che porta al gol di Hernandez. 

Mbappé
E’ assopito dentro a una partita che lo coinvolge poco. Però stravolge gli equilibri del Marocco in tutti e due i gol. In un modo diverso da altre volte, è determinante. Chiude da centravanti, liberandosi dalla marcatura di Hakimi. Voleva la sfida con Messi e l’avrà. 

Giroud 5,5 
Colpisce un palo in contropiede con un tiro che poteva essere sfruttato meglio, sbaglia un gol a porta vuota. Non una grande serata stavolta. 

Thuram (20’ st) 6,5 
Un buon cambio. Incassa falli e assiste a dovere Mbappé. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA
1
Francia-Marocco, le pagelle: Griezmann su tutti, Amrabat a metà
2
Pagina 2