Leo Messi in sicurezza: l’Argentina sorride

Mondiali, allarme rientrato per la 'Seleccion' di Scaloni: il capitano sarà in campo al debutto contro l'Arabia Saudita
Leo Messi in sicurezza: l’Argentina sorride© EPA
4 min
Roberto Zanni
TagsMessiargentinaMondiali

Lungo sospiro di sollievo: Lionel Messi sta bene e ci sarà in campo domani contro l’Arabia Saudita. L’allarme era scattato sabato dopo che la superstella della Seleccion era uscita dal campo di allenamento una decina di minuti dopo il resto del gruppo, quindi qualche movimento differenziato per un piccolo sovraccarico muscolare al polpaccio, aveva fatto salire il termometro della preoccupazione. Poi le rassicurazioni: solo precauzione tant’è vero che ieri, allenamento a porte chiuse, Messi si è mosso alla pari del resto dei nazionali argentini. L’unica attenzione dello staff medico del ct Scaloni, sarebbe quello di non esagerare con il lavoro al fine di evitare qualsiasi possibile problema muscolare. Tornata la tranquillità ieri appunto l’allenamento per sciogliere gli ultimi dubbi: Nahuel Molina e Marcos Acuña dovrebbero essere i laterali mentre a centrocampo, sulla sinistra il braccio di ferro lo dovrebbe vincere Alexis McAllister, relegando così in panchina il Papu Gomez. Infine in attacco Lautaro Martinez riprenderà il suo posto tra Messi e Di Maria dopo che nell’amichevole contro gli Emirati Arabi Uniti non aveva nemmeno messo piede in campo.

Gli avversari

Ma nel frattempo l’Arabia Saudita alza la voce. «Siamo undici contro undici - ha ricordato Ali Al-Bulaihi uno dei pilastri della difesa - Messi? Giochiamo contro una squadra, non contro un solo giocatore e se Dio vuole mostreremo quello che si richiede da noi».

Mondiali, da Messi a Thiago Silva e Ronaldo: tutti i capitani delle nazionali
Guarda la gallery
Mondiali, da Messi a Thiago Silva e Ronaldo: tutti i capitani delle nazionali

Prima partita

E il ct Scaloni sottolinea che proprio la prima partita potrebbe creare le maggiori difficoltà. «Il nostro è un girone difficile - ha ripetuto - ma complicato è soprattutto la gara d’esordio, anche per l’orario all’1 del pomeriggio. A quell’ora le gambe saranno forse molto dure senza dimenticare che l’Arabia Saudita gioca molto bene, è una squadra allegra. Poi ci sarà il Messico, avversario storicamente complicato per l’Argentina. E sono stato compagno di squadra del Tata Martino (ex ct dell’Argentina oggi sulla panchina del Tri ndr): un idolo per tutti quelle volte che giocammo assieme al Newell’s. Ha fatto un buon lavoro, ci renderà le cose difficili. Poi la Polonia, tipica squadra europea, con giocatori alti e forti, buon portiere (Szczesny, ndr) e un attaccante (Lewandowski, ndr) tra i migliori al mondo».

Arbitro

Ma ieri i media argentini, dopo il sollievo per Messi, si sono preoccupati non troppo dell’Arabia Saudita perchè il maggior spazio l’ha avuto l’arbitro dell’incontro, lo sloveno Slavko Vincic, per i fatti risalenti al 2020, in piena quarantena Covid. A Bijejina, in Bosnia, la polizia trovò armi, donne, droga e contanti, coinvolte 26 persone, tra le quali c’era anche l’arbitro che ha comunque ha sempre affermato la propria innocenza come del resto ha fatto la Federazione del suo Paese. Nel posto sbagliato al momento sbagliato? «Ho la mia azienda - aveva poi dichiarato - ero in Bosnia-Erzegovina per un incontro di lavoro».

Messi sui Mondiali: "Brasile e Francia favorite ma attenzione a..."
Guarda il video
Messi sui Mondiali: "Brasile e Francia favorite ma attenzione a..."


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti