Corriere dello Sport

Moviola

Vedi Tutte
Moviola

Moviola 34ª giornata: Calvarese e il rigore errato. Ne mancano due netti

Moviola 34ª giornata: Calvarese e il rigore errato. Ne mancano due netti
© Bartoletti

Da punire i mani di Silva e Gazzi, non quello di Maksimovic

di Edmondo Pinna

giovedì 21 aprile 2016 10:35

ROMA - Ecco i principali casi da moviola della 34ª giornata di serie A. Calvarese sbaglia tutto in Roma-Torino. Mancano due rigori ai giallorossi e quello dato non c'era.

MOVIOLA NAPOLI-BOLOGNA

MAZZOLENI
JUVENTUS-LAZIO 3-0

Sufficiente la direzione di Mazzoleni, soprattutto quando il risultato è finito in ghiaccio la partita è filata via più facile. Ci sono però, negli episodi decisivi del match, alcune cose da rivedere. Tipo la trattenuta di Pogba su Lulic (che poi, però, rende pan per focaccia) sul gol dell’1-0. Tipo il rigore assegnato ai bianconeri (Bonucci e Gentiletti iniziano a tenersi entrambi, poi è del biancoceleste l’ultima e decisiva). La moviola non lo condanna.
Primo tempo
19’ - Cross di Lulic dal fondo, in area respinta di Lichtsteiner, che arriva con la schiena e non col braccio.
21’ - Occasione per Pogba, solo davanti a Marchetti: il francese è partito in posizione regolare, lo tiene in gioco Patric sull’assist di Dybala.
39’ - E’ in gioco Mandzukic (c’è Biglia che sana la posizione di tutti) sul gol dell’1-0, il pallone gli arriva da Pogba che, per liberarsi di Lulic sul corner di Dybala, lo tiene con un braccio, subito dopo imitato dal giocatore di Inzaghi. Qualche dubboo resta.
41’ - Patric abbatte Mandzukic: corretto il giallo.

Secondo tempo
3’ - Già ammonito, ingenuo intervento di Patric su Dybala, lo tiene leggermente per il braccio destro, gli mette una mano sulla schiena, arriva il secondo giallo che ci può stare.
6’ - Da rivedere l’azione del rigore: c’è un primo contatto Onazi-Rugani, dietro di loro Gentiletti e Bonucci si trattengono, la dinamica dell’azione porta il bianconero ad avere il vantaggio sul pallone, e per raggiungerlo molla l’avversario, mentre Gentiletti, sbilanciato e a terra, lo continua a tenere e c’è pure un contatto gamba destra-gamba sinistra.
29’ - Sturaro mette giù Onazi, ok il giallo.

MARIANI
SASSUOLO-SAMPDORIA 0-0
Ranocchia, rosso... suggerito

C’è qualcosa da rivedere nella partita di Mariani, non sempre lucidissimo, soprattutto nella gestione disciplinare della partita. Il doppio giallo per Ranocchia è corretto: affonda Defrel lanciato a rete (troppo distante dalla porta, non può esserci chiara occasione), poi lo colpisce con un calcio in faccia. In quest’ultimo caso, però, sono dovuti passare diversi secondi e un bel suggerimento (Tasso? Di Vuolo?) prima di mostrare la seconda ammonizione. Perché è sempre tutto così complicato? Ok il giallo per Cannavaro (che tocchi il pallone prima di falciare Dodò conta poco), un po’ affrettato quello di Sansone, che scivola senza essere toccato da De Silvestri. E’ sulla linea il pallone non trattenuto da Viviano, ingenuo l’intervento di Krsticic su Berardi che porta al rigore.

RUSSO
CHIEVO-FROSINONE 5-1
Chibsah, espulsione inventata

Pessima partita per Russo, il cartellino rosso per Chibsah è l’invenzione che indirizza il match. Il Frosinone era in 10 per l’espulsione di Ajeti, brutto l’intervento ai danni di Floro Flores, gamba molto alta, anche se non c’è cattiveria, solo l’intenzione di prendere la palla. C’è il rigore dato al Chievo: Pavlovic abbraccia Rigoni: Russo si consulta con l’addizionale Ros.

SERRA
EMPOLI-VERONA 1-0
Era rigore su Souprayen

Esordio con errore per il giovane Serra di Torino. L’intervento di Paredes ai danni di Souprayen, infatti, era da calcio di rigore, c’è il contatto netto del piede sinistro sul sinistro dell’avversario, arriva addirittura un giallo per simulazione che non ha senso. Occasione gol per Pucciarelli, partito sul filo dell’off side sul lancio di Paredes, poi ha sventato tutto Gollini. Ok la rete dell’1-1 di Maccarone: lo tiene in gioco Samir. Espulso Viviani per doppio giallo: c’è il secondo per l’intervento in ritardo su Paredes.

IRRATI
GENOA-INTER 1-0
Molto positiva la gara di Irrati

Buona partita per Irrati, non ci sono episodi decisivi da rivedere alla moviola. Ok i gialli: Munoz (su Palacio), Medel e Tachtsidis, Brozovic (fallo su Dzemaili e poi pallone calciato per protesta).

DOVERI
PALERMO-ATALANTA 2-2
Corretti i due rigori assegnati

Molto buono l’impatto sulla partita di Doveri, subito alle prese con due decisioni difficili. Ci sono entrambi i calci di rigore assegnati, il primo per un marchiano tocco con la mano di Bellini sul colpo di testa di Djurdjevic sul cross di Struna, il secondo per un intervento irruento dello stesso Struna su Gomez (il rosanero tocca il pallone, che però resta lì, poi travolge l’avversario). Ok anche la rete di Paletta, tenuto in gioco da Pezzella al momento del cross di Cigarini.

CALVARESE
ROMA-TORINO 3-2
Manolas-Belotti, penalty giusto

Gara decisamente negativa per Calvarese, la prima di questa stagione. Nel pacchetto, ovviamente, entrano i due addizionali, pessimi. Mancano infatti due rigori alla Roma (guarda la sequenza) e quello che arriva è un gentile cadeau. Con ordine. C’era un rigore nel primo tempo per un fallo di braccio (destro) di Gaston Silva sul tiro di Nainggolan: il giocatore granata ha il braccio largo e, anche se si sta girando, è condizione perché possa essere assegnato il penalty, non è arrivato il suggerimento dell’addizionale numero due, Minelli.  Nel secondo episodio, è netto il tocco con la mano destra di Gazzi sul tiro ancora di Nainggolan, anche in questo caso il braccio e largo, stavolta l’addizionale Giacomelli non vede nulla. Non c’era, invece, il rigore che Calvarese ha dato: il cross di Perotti, infatti, colpisce il braccio sinistro di Maksimovic che è attaccato al corpo. In precedenza, Giacomelli aveva suggerito a Calvarese che la trattenuta di Manolas su Belotti è meritevole (giustamente) del rigore. Molto nervoso Florenzi: rimedia un giallo per aver protestato per l’impossibilità di riprendere subito il gioco. E’ regolare la rete segnata da Totti per il 2-2 sul tocco di Manolas è tenuto in gioco da Moretti.

MASSA
UDINESE-FIORENTINA 2-1
Danilo su Alonso da penalty

Non positiva la serata dell’internazionale Massa. Manca infatti un rigore anche a Udine: è Danilo che interviene da dietro su Alonso, toccandolo sulla gamba sinistra in piena area, Orsato, che è l’addizionale di riferimento, non fa una piega. Regolare la rete dell’1-1 di Zarate, tenuto in gioco da Danilo sul cross di Tomovic.
 

Articoli correlati

Commenti