Serie A, la Moviola: Ayroldi jr è già grande, male Fabbri

Tutte le principali situazioni e decisioni arbitrali delle partite di domenica: Roma, regolari i gol di Dzeko. Regolare anche il gol di Verde: Caceres lo tiene in gioco. Inspiegabile la decisione di proseguire sul contatto Okaka-Samir

Edmondo Pinna

ROMA-BENEVENTO

Il giovane Ayroldi (figlio e nipote d’arte) conferma quello che di buono aveva fatto vedere: è il “baby” più interessante a disposizione della CAN (speriamo non lo rovinino). Partita piena zeppa di episodi, due rigori dati, tutto con grande sicurezza e grande calma. Sono 24 i falli fischiati e 5 gialli (ne manca uno a Mancini per la sbracciata su Lapadula).

Roma-Benevento 5-2: Dzeko risorge e trascina Fonseca

Doppio Dzeko e standing ovation per Pedro: manita Roma al Benevento
Guarda la gallery
Doppio Dzeko e standing ovation per Pedro: manita Roma al Benevento

Rigori

Netti entrambi i rigori: Veretout tocca il pallone ma poi assesta un pestone a Ionita; Montipò travolge Pedro dopo aver toccato il pallone, ancora giocabile.

Dzeko, Mkhitaryan e Pedro: Roma, la rivincita degli over 30

No rigore (Foulon-Mkhitaryan)

Colpo di testa di Mkhitaryan, Foulon respinge probabilmente con la parte alta del braccio (deltoide, nelle linee guida della Fifa non è punibile): immagini non chiarissime.

Inzaghi: "Perché l'arbitro non ha rivisto i rigori al Var ?"

In gioco e no

Gol annullato a Pellegrini: ok, in offside Spinazzola ad inizio azione. Ok quelli di Dzeko: sul primo lo tiene in gioco Caprari, sul secondo Foulon tiene in gioco Mkhitaryan.

La Spagna esalta Pedro e Carles Perez

Regolare gol Pedro

Ok l’1-1 di Pedro, non c’è fallo nel contatto Mancini-Caprari.

VAR: Mazzoleni 6,5 Torna dopo la punizione (lui sì, altri no) di Rizzoli: molti check, tutte conferme.

 

 

 

SPEZIA-FIORENTINA

Prima stagionale in serie A per Manganiello, atteso da una stagione dove dovrà dare risposte concrete. La partita gli scivola via bene e lui è bravo a non complicarsela. Un solo episodio da analizzare, ovviamente la rete di Verde, che merita una spiegazione (con citazione per l’assistente numero due, Di Iorio). Chiude il match con 33 falli fischiati e 4 ammoniti.

Spezia-Fiorentina 2-2: Iachini si fa rimontare dopo due gol nei primi 4 minuti

Fiorentina, 2-2 con dedica: Pezzella e Biraghi ricordano Astori
Guarda la gallery
Fiorentina, 2-2 con dedica: Pezzella e Biraghi ricordano Astori

Regolare gol Verde

L’1-2 è regolare: è vero, è in fuorigioco (anche abbastanza netto) al momento del lancio di Terzi, ma la sua posizione viene sanata dall’errore di Caceres: l’esterno viola va con l’intenzione di colpire il pallone con il piatto sinistro, che ci sia un tocco (probabilmente con i tacchetti) è testimoniato dal cambio di rimbalzo del pallone stesso. Bravo l’assistente Di Iorio a tenere giù la bandierina e a valutare l’intenzionalità di Caceres.

VAR: Banti 6 Sull’1-2 avalla la decisione del campo.

Iachini: "Paghiamo a caro prezzo le disattenzioni"
Guarda il video
Iachini: "Paghiamo a caro prezzo le disattenzioni"

 

 

 

TORINO-CAGLIARI

La Penna torna sui livelli della scorsa stagione. Sicuro nell’assegnare il rigore, deciso in occasione dell’espulsione di Vanja Milinkovic-Savic. Resta un dubbio, il doppio intervento di Rog già ammonito (quello su Bonazzoli rischioso) che poteva portare al rosso. Chiude con 31 falli, 4 ammoniti e un espulso.

Torino-Cagliari 2-3: Belotti non basta a Giampaolo

Simeone, che doppietta: il Cagliari sbanca Torino
Guarda la gallery
Simeone, che doppietta: il Cagliari sbanca Torino

Rigore (Cragno-Lukic)

Cragno in uscita tocca nettamente Lukic, entrambe le braccia sul corpo dell’avversario, La Penna fischia subito il penalty (confermato dal VAR).

Torino, Giampaolo: "Una sconfitta che pesa"

Regolare gol Joao Pedro

Ok il gol di Joao Pedro: è in gioco Zappa sul colpo di testa di Simeone, ci sono Vojvoda e Lyanco a tenere in gioco il brasiliano al momento del tiro di Walukiewicz. Regolare anche la rete di Simeone: il fallo, semmai, è di Lyanco che gli si butta addosso.

Di Francesco: "Il Cagliari cresce, felice per la prima vittoria"

No rigore (braccio Caligara)

Caligara con il petto/pancia, non c’è braccio, le proteste portano all’espulsione di Vanja Milinkovic-Savic (La Penna aveva già richiamato la panchina una ventina di minuti prima).

VAR: Valeri 6 Controlla e conferma.

Giampaolo: "Il valore di un allenatore si vede col tempo"
Guarda il video
Giampaolo: "Il valore di un allenatore si vede col tempo"

 

 

 

UDINESE-PARMA

Non benissimo Fabbri, che torna ad arbitrare il Parma dopo la notte da tregenda di Roma (e solo col Parma Rizzoli può permettersi queste scelte). L’internazionale di Ravenna dirige con la paura addosso, sbaglia le cose più semplici: manca un rigore all’Udinese (vero, ad una manciata di secondi dalla fine, ma se è rigore....), non ferma il gioco dopo che Samir prende un calcione in faccia da Okaka (possibile?), sbaglia qualche cartellino. I suoi numeri: 23 falli e 5 ammoniti.

Udinese-Parma 3-2: Pussetto manda Liverani ko

Udinese-Parma festa del gol: si sblocca Gotti, delusione Liverani
Guarda la gallery
Udinese-Parma festa del gol: si sblocca Gotti, delusione Liverani

Da rigore (Sohm-Pussetto)

Ultimi secondi, in area Sohm cerca l’anticipo su Pussetto e trova solo la gamba sinistra, arriva un pestone, poteva starci il rigore (sull’intervento del VAR siamo al limite, ma perché non usarlo?).

Udinese, Gotti esulta: "Abbiamo voluto la vittoria a tutti i costi"

No rigore (Kurtic-De Maio, Karamoh-De Paul)

Due contatti da valutare: Kurtic-De Maio e il recupero di Karamoh su De Paul, in entrambi i casi ok far proseguire.

Parma, Liverani: "Fatta un'ottima partita nonostante covid e infortuni"

Da stop (Okaka-Samir)

Calcione involontario di Okaka a Samir in area dl Parma, l’esterno crolla a terra, Fabbri fa inspiegabilmente proseguire: o non ha visto oppure ha voluto essere più protagonista della realtà, in entrambi i casi non bene.

VAR: Guida 5,5 Su Pussetto poteva intervenire.

Liverani: "Abbiamo fatto qualche regalo di Natale anticipato.."
Guarda il video
Liverani: "Abbiamo fatto qualche regalo di Natale anticipato.."

 

 

 

BOLOGNA-SASSUOLO

Tiene in pugno la partita, l’internazionale Doveri, protagonista... involontario delle uniche proteste del Sassuolo. Corrette le quattro ammonizioni, non sbaglia sulle valutazioni dei contatti (se così si possono chiamare) in area di rigore. Chiude il match fischiando 31 falli, il che dà l’idea di che tipo di partita (combattuta) sia stata.

Sassuolo, De Zerbi: "Restiamo con i piedi per terra"

Bologna, decisivo l'autogol di Tomiyasu: vince il Sassuolo
Guarda la gallery
Bologna, decisivo l'autogol di Tomiyasu: vince il Sassuolo

Che...blocco!

Dopo il gol di Svanberg, protesta il Sassuolo ed il fatto che il primo a farlo sia Bourabia ci dà l’indizio: perché sulla partenza dell’azione, è proprio il francomarocchino a finire su Doveri, che ne blocca (stile basket) la progressione verso Barrow, lasciandogli strada libera. Sembra essere questo il motivo delle proteste di Berardi (a debita distanza) più che l’intervento di Schouten su Djuricic che dà il via all’azione (i due si tengono, il primo a farlo per i pantaloncini è proprio Djuricic).

Bologna, Mihajlovic: "Ci siamo sgonfiati sul 3-1 e mi rode"

No rigore (De Silvestri-Djuricic)

E’ ancora Djuricic che protesta, questa volta in maniera decisamente più lieve, per un contatto in area di rigore con De Silvestri, il suo tiro poi finisce alto: non c’è nulla.

VAR: Di Paolo 6 Solo grande attenzione, pomeriggio di serenità.

Mihajlovic: "Sappiamo che è una stagione difficile"
Guarda il video
Mihajlovic: "Sappiamo che è una stagione difficile"

Commenti