Primavera, ok Napoli e Juve. Pari Milan, Genoa scatenato

Buon esordio per Frustalupi sulla panchina azzurra: 2-1 al Bologna in rimonta.
Primavera, ok Napoli e Juve. Pari Milan, Genoa scatenato© Getty Images

ROMA - La 1ª giornata del campionato di Primavera 1 entra nel vivo dopo l'anticipo di ieri che ha visto la Spal superare 1-0 la Sampdoria. Il Napoli bagna il suo ritorno con una gran vittoria a Bologna in rimonta, mentre il Milan si fa riprendere sull'1-1 dal Sassuolo. Genoa esagerato, sei gol al Pescara, mentre i campioni d'Italia dell'Empoli cadono in casa del Verona. La Juve parte bene: 2-1 alla Fiorentina in trasferta.

Sassuolo-Milan 1-1

Termina in parità la prima gara di giornata, con i gol decisivi arrivati in apertura e chiusura dei due tempi. Inaugura il Milan, grazie al vantaggio firmato al minuto numero 8 da Roback: lo svedese sfrutta un erroraccio di Vitale e poi supera il portiere insaccando l'1-0 a porta vuota. Si arriva così all'82', quando N'Gbesso si divora il raddoppio e il Milan viene punito a 2' dal termine: è Paz con un gran terzo tempo (indisturbato) a insaccare l'angolo di Karamoko e regalare il definitivo 1-1 al Sassuolo.

Fiorentina-Juve 1-2

Entrambe le squadre partono propositive, ma a sorridere è la Juve che passa in vantaggio al 12', quando l'arbitro concede un rigore per fallo di Di Stefano su Hasa: dal dischetto va Chibozo, che insacca nonostante l'intuizione della traiettoria da parte di Fogli, 1-0 Juve. Da qui la Fiorentina si desta e al 26' sfiora il pari con la conclusione di Frison, ma Senko è fondamentale nel dire di no. La Fiorentina la riapre nella ripresa, al 65', con il rigore concesso per fallo di mano in area di Nzouango: dal dischetto Corradini non sbaglia e sigla il 2-1, ma non basta per riacciuffare la Juve.

Bologna-Napoli 1-2

Il Napoli bagna il ritorno in Primavera 1 battendo il Bologna a domicilio, per di più in rimonta: pronti-via e al 9' i rossoblù passano avanti con il gol di Raimondo, bravo a sfruttare l'uscita a vuoto di Idasiak su un cross dalla fascia e siglare l'1-0. Al 31' i partenopei centrano un palo con il colpo di testa di Barba, ma 4' più tardi arrivano al pari con la rete dell'1-1 di Agostino su calcio di rigore (concesso per fallo di Motolese sullo stesso). Il Napoli, però, non si accontenta e chiude la pratica prima del recupero: Spavone, servito da Agostino, supera Bagnolini per il 2-1 che regge anche quando all'84' il Bologna spreca clamorosamente il pari con Cavina che spara alto da pochi metri.

Genoa-Pescara 6-0

Uragano Genoa sul malcapitato Pescara. I rossoblù mettono subito in chiaro le cose, già al 9', con il vantaggio firmato Gjini. La reazione abruzzese non arriva e, anzi, al 31' i padroni di casa raddoppiano con Bamba, prima che al 45' arrivi addirittura il tris Boiga, con il suo tiro a giro che tocca il palo ma si insacca lo stesso. A inizio ripresa, dopo 5', il poker su rigore realizzato da Besaggio, poi al 70' il Genoa segna la Manita grazie allo sfortunato autogol di Colazzilli. Il punto esclamativo con il definitivo 6-0 rossoblù lo mette, all'82', Sahli

Verona-Empoli 2-1

All'esordio con lo scudetto sul petto per l'Empoli arriva una sconfitta. I campioni d'Italia di Buscè cadono in casa del Verona, che sblocca la gara nel finale di primo tempo (38') con il vantaggio firmato Bragantini. La reazione dei toscani è immediata e al 44' arriva l'1-1 realizzato da Rossi con un tap-in a pochi passi dalla porta, con la parità che regge fino a 10' dal termine: decide l'eurogol di Squarzoni, all'80', con un destro sugli sviluppi di un calcio d'angolo che certifica il 2-1 finale del Verona.

 

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti