Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Lazio-Empoli 2-0: Candreva e Onazi, seconda vittoria per Inzaghi

Serie A, Lazio-Empoli 2-0: Candreva e Onazi, seconda vittoria per Inzaghi
© LaPresse

Il rigore trasformato dall'esterno e la rete del centrocampista regalano al nuovo allenatore altri tre punti sotto gli occhi del fratello Pippo, presente in tribuna. Raggiunto il Sassuolo a quota 48, ma la protesta dei tifosi contro Lotito non si ferma

Sullo stesso argomento

 

domenica 17 aprile 2016 19:03

ROMA - In un Olimpico semivuoto e sotto lo sguardo vigile del fratello, Simone Inzaghi coglie la seconda vittoria consecutiva da allenatore biancoceleste. La sua Lazio distrugge l’Empoli per 2-0 grazie al rigore di Candreva e alla rete di Onazi.

Distrugge perché il risultato avrebbe potuto essere molto più ampio. E sugli spalti, nonostante i tre punti, continua la protesta dei tifosi contro la presidenza Lotito. Raggiunto il Sassuolo al settimo posto, a quota 48. Il Milan, di scena nel posticipo contro la Samp, è a una sola lunghezza.

LAZIO-EMPOLI 2-0: TABELLINO E STATISTICHE

CLASSIFICA SERIE A

CANDREVA E ONAZI – La gara vive il suo momento chiave già dopo soli sei minuti perché il fallo di mano in area da parte di Cosic regala il penalty alla squadra di Inzaghi. Dal dischetto va Candreva, che trasforma e sigla l’ottavo gol in campionato. Tegola per Giampaolo al 17’ quando Laurini è costretto al cambio a causa di un fastidio muscolare e a lasciare il campo a Bittante. Vola, la Lazio, sugli esterni. Il quasi pasticcio di Mario Rui (il retropassaggio per Pelagotti è debole) per poco non permette al numero 87 di raddoppiare. In seguito a fallire il 2-0 è Klose, ma non Onazi: la felice combinazione tra Miro e il nigeriano si conclude con il preciso destro del centrocampista che si insacca alle spalle del portiere empolese (43’).

TANTE OCCASIONI – L’undici di Inzaghi è una macchina da guerra e controlla senza pericoli il prosieguo del match. Si va più volte a un passo dal tris con Candreva (tripla occasione), Keita e Klose. Eccezionale il colpo al volo del tedesco, provvidenziale invece l’intervento di Pelagotti sul classe ’95 così come quello di Bittante su Candreva al 78’. Nel finale di gara Saponara ha l’opportunità di segnare il gol della bandiera, ma davanti a Marchetti sbaglia clamorosamente non trovando la porta.

Articoli correlati

Commenti