Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Emotigol: tutto Juventus-Roma in 18 Emoji

Emotigol: tutto Juventus-Roma in 18 Emoji

Pronti per la sfida scudetto di sabato? Dal righello ai gufi, ve la raccontiamo usando i simboli grafici che spopolano nelle chat e sui social network

 Valerio Albensi

giovedì 15 dicembre 2016 11:54

ROMA - Ci sono Emoji per tutto, anche per una sfida scudetto. Juventus-Roma è già iniziata nelle chat e nei social network, dove le parole si mescolano ai simboli grafici che ormai tutti utilizziamo. Noi ne abbiamo trovati 18 per i diversi temi di questa partita affascinante. Eccoli.

  HIGUAIN VS DZEKO - Gonzalo Higuain contro Edin Dzeko, 270 gol in carriera contro 260. Numeri seri, non bruscolini. Lo juventino è in forte ascesa e la prestazione nel derby di Torino ne è la dimostrazione: sta tornando l’attaccante letale della scorsa stagione al Napoli, quello che non sbagliava un colpo. Il romanista, dopo una stagione così così, è rinato: 12 gol in campionato, altri 5 in Europa League e tre con la Bosnia. Non segna da due partite e allo Stadium vuole rifarsi. Sarà una sfida tra grandi bomber.

LE POLEMICHE - Juve-Roma è la partita che non finisce mai: dopo il campo, recriminazioni, accuse e veleni. Stavolta è iniziata addirittura due settimane prima con le polemiche sulla squalifica di Strootman, poi revocata. Dal gol di Turone al violino di Garcia (ricordate l’infuocato 3-2 per la Juve del 2014?), 35 anni di polemiche raccontate da Valerio Minutiello.

 INVASIONE ROMANISTA - Allo Stadium è prevista un’invasione di tifosi romanisti. I 2.100 biglietti messi a disposizione dalla Juventus (esattamente il 5 per cento della capienza complessiva, come da regolamento) sono stati polverizzati in 42 minuti, neanche un tempo di una partita. Nel settore ospiti dello stadio di Torino non ci sarà un posto libero. Per i romanisti è un test dopo il pomeriggio turbolento di Bergamo.

 MERCATO, QUANTI DUELLI - In principio furono Landini, Capello e Spinosi, i gioielli del vivaio romanista ceduti alla Juve nel 1970. Poi vennero Emerson, Zebina e ancora Capello (stavolta da allenatore), infine Pjanic. La rivalità tra la Juventus e la Roma, oltre che in campo, è sempre stata forte sul mercato, tra calciatori soffiati sul più bello (i più anziani ricordano Boniek, i più giovani Iturbe) e trasferimenti clamorosi. A tanti tifosi della Roma ancora brucia il passaggio di Pjanic alla Juve questa estate: è l'occasione per una rivincita?

 INFORTUNI - Gli infortuni sono un problema per entrambi gli allenatori, anche se Allegri può contare su una rosa capace di assorbire meglio le assenze. All’allenatore della Juve mancheranno certamente Bonucci, Dani Alves e Pjaca, mentre Dybala e Barzagli saranno della partita (ma non è ancora chiaro se dal primo minuto). Spalletti ha grossi problemi sulle fasce: sono infortunati Florenzi e Bruno Peres, a destra dovrebbe spostarsi Rüdiger. Salah tenterà un recupero miracoloso: difficilmente giocherà dall’inizio.

Segui le ultime sulla formazione della Juventus e sugli undici della Roma

BONIPERTI E VIOLA - Il gol del romanista Turone, quello annullato per fuorigioco nella sfida scudetto del 10 maggio 1981, fa discutere ancora oggi. Nei giorni che seguirono quel Juventus-Roma storico, i presidenti delle due società si scambiarono battute in tv e sui giornali. Boniperti inviò a Viola un righello per invitarlo a misurare i centimetri di quel fuorigioco. Il presidente romanista lo rispedì al mittente accompagnandolo con un bigliettino dal messaggio ironico: «Ti ringrazio per il righello, ma te lo rimando: si tratta di uno strumento più adatto a un geometra come te, che a un ingegnere come me».

VACANZE - Si avvicinano il Natale e le vacanze. La partita dello Stadium sarà il penultimo impegno prima delle Feste. La Roma chiuderà l’anno all’Olimpico contro il Chievo, la Juventus il 23 dicembre a Doha, in Qatar, per la Supercoppa Italiana. Poi qualche giorno di relax per i calciatori prima della ripresa dell’8 gennaio.

CORSA SCUDETTO - Se la Juve vincesse sabato sera avrebbe un’autostrada quasi libera verso il sesto scudetto consecutivo, un’impresa clamorosa, storica. Con sette punti di vantaggio e uno scontro diretto a favore, sarebbe difficile per la squadra di Spalletti ribaltare la situazione nel girone di ritorno. Nulla è impossibile, ma…

GIOSTRA - Juventus-Roma allo Stadium è una giostra del gol: ne sono stati realizzati 19 nei 5 precedenti in campionato. Il bilancio è nettamente a favore degli juventini: 15 reti a 4.

SORTILEGIO - Allo Stadium la Roma ha sempre perso, sia in campionato sia in Coppa Italia: sei ko su sei. Quasi cinque anni di sconfitte dolorose. Una sorta di maledizione che Spalletti e i tifosi della Roma vorrebbero interrompere per continuare a sperare nella lotta per lo scudetto. Le dita sono incrociate.

GUFI - Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, è in clima partita: «Dobbiamo chiudere il 2016 con due partite delicate contro Roma e Milan nella Supercoppa a Doha. Già i nostri amici gufi hanno ricordato che la Roma allo Stadium ha sempre perso...Il principio è che non importa chi vince; l'importante è che non vinca la Juve. Questo è l'ambiente che c'è intorno a noi. Alla gente interessa soltanto che non vinca la Juve e a noi non spetta altro che smentirli». L'atmosfera è già rovente.

Articoli correlati

Commenti