Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Roma-Lazio, la moviola: disastro Orsato. Prova tv per Strootman

Roma-Lazio, la moviola: disastro Orsato. Prova tv per Strootman

Manca un rigore alla squadra di Inzaghi, non c’era quello sull'olandese

Sullo stesso argomento

di Pasquale Salvione

lunedì 1 maggio 2017 09:07

ROMA - Una giornata nera capita anche ai migliori. Per Orsato è stato un derby da dimenticare, i suoi errori - ammessi nell’intervallo a Inzaghi e ai giocatori della Lazio - hanno rischiato di condizionare il risultato. L’arbitro di Schio non è stato nemmeno aiutato negli episodi chiave (contatto Lukaku-Fazio e simulazione di Strootman) dagli addizionali Damato e Di Bello. Secondo il presidente Aia Nicchi «il Var non sarebbe stato necessario quest’anno più di due volte in una giornata di campionato», ieri durante Roma-Lazio sarebbe servito due volte in mezz’ora.

PRIMO TEMPO
16’ - Con la Lazio in vantaggio 1-0, Lukaku si lancia a rete verso Szczesny, ma viene affrontato appena dentro l’area da Fazio: il difensore giallorosso dopo aver toccato leggermente il pallone, colpisce l’esterno belga. Orsato fa giocare, l’addizionale Damato non interviene: manca il rigore, da discutere il colore del cartellino per Fazio (poteva essere chiara occasione da rete).
38’ - Bastos e Dzeko si strattonano a vicenda in area, con l’attaccante della Roma che va a terra e chiede il rigore: giusta la decisione di Orsato di non intervenire.
43’ - La Lazio mette fuori palla per consentire la sostituzione di Lukaku infortunato. La Roma la restituisce sul fallo laterale, ma Dzeko va a fare pressing subito e la recupera. Inzaghi si infuria e urla verso l’attaccante giallorosso, sbroglia la questione Nainggolan che la rimette in fallo laterale.
45’ - Strootman cade da solo in area dopo un tentativo di tackle di Wallace. Il contatto non c’è, ma Orsato concede il penalty senza esitazioni e senza essere aiutato dall’addizionale Di Bello. Per il centrocampista olandese in arrivo la prova tv. Il codice di giustizia sportiva, all’articolo 35, definisce condotta «gravemente antisportiva» la «evidente simulazione da cui scaturisce l’assegnazione del calcio di rigore a favore». L’articolo 19, comma 4, lettera A del codice, in caso di condotta gravemente antisportiva, prevede, «salva l’applicazione di circostanze attenuanti o aggravanti, come sanzione minima la squalifica per due giornate».

FOTO: LA SIMULAZIONE DI STROOTMAN

SECONDO TEMPO
17’ - Altro episodio dubbio in area della Roma sul 2-1 per la Lazio: Fazio entra in contatto con Keita, che finisce a terra. Orsato lascia giocare, l’attaccante biancoceleste si rialza senza protestare.
22’ - Damato corregge Orsato e dà giustamente una rimessa dal fondo alla Lazio, Salah chiedeva l’angolo ma era stato suo l’ultimo tocco.
48’ - Dopo i gialli a Biglia, Hoedt, Keita e Parolo, Orsato chiude il derby con un rosso diretto a Rüdiger per un’entrata durissima su Djordjevic.

FOTO: SU LUKAKU ERA RIGORE

Articoli correlati

Commenti