Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Serie A, Sampdoria e Torino volano

Serie A, Sampdoria e Torino volano
© Getty Images

Blucerchiati e granata stendono rispettivamente per 2-0 il Verona e l'Udinese. Secondo colpo esterno di fila del Genoa che nel finale piega il Chievo

Sullo stesso argomento

 

domenica 11 febbraio 2018 17:02

ROMA - Momento d'oro per Torino, Sampdoria e Genoa. I granata continuano a beneficiare della cura Mazzarri e stendono l'Udinese (3 vittorie e 2 pari con il nuovo tecnico) mentre i doriani stendono il Verona e si riprendono il sesto posto solitario a +3 sul Milan e a +5 sugli stessi granata. Bene anche il Genoa che dopo aver espugnato il campo della Lazio vince la sua seconda gara di fila in trasferta passando su quello del Chievo, steso anch'esso da Laxalt com'era capitato ai bianconelesti.

SAMPDORIA-VERONA 2-0 - Orfano di Praet e Gaston Ramirez, Giampaolo sceglie Caprari nel ruolo di trequartista dietro a Zapata e Quagliarella e il Verona viene preso di assedio fin dai primi minuti. Dopo gli interventi di Nicolas su Caprari (2') e Linetty (8'), all'11' è il palo ad aiutare il portiere scaligero sul colpo di testa di Quagliarella servito da Caprari. La combinazione tra i due si ripete al 17' ma stavolta è Vukovic a deviare sul palo la conclusione dell'esperto bomber doriano, mentre al 19' è miracoloso sul "rigore in movimento" calciato da Linetty. Con il passare dei minuti la spinta dei liguri sembra affievolirsi e il Verona arriva indenne al riposo, ma al rientro in campo è di nuovo una Samp arrembante e il risultato si sblocca al 50': l'ispiratissimo Caprari scodella in area e Barreto di testa infila Nicolas. L'Hellas accusa il colpo e rischia di capitolare al 56', quando Barreto lancia Zapata che a tu per tu con Nicolas sbaglia incredibilmente il lob. Per il raddoppio dei padroni di casa bisogna così aspettare il 40', quando Quagliarella su rigore (fallo di Valoti su Kownacki) spiazza il portiere siglando il suo 17esimo gol in campionato. Nel finale è poi Kownacki a fallire il tris per troppo egoismo, ma a 'Marassi' è comunque festa per una Samp sempre più convinta di poter strapare il pass per l'Europa.

TORINO-UDINESE 2-0 - In avvio subito Toro d'assalto: prima traversa di Iago Falque su punizione e poi colpo di testa di Burdisso su azione da corner con salvataggio sulla linea di un difensore emiliano. L'Udinese però al primo vero affonda passa: è il 17' quando Lasagna di testa colpisce la traversa, poi va sulla ribattuta e serve Barak che incrocia il destro trovando l'angolino dove Sirigu non può arrivare. I friulani festeggiano ma Abisso chiede l'ausilio del Var e annulla. Scampato il pericolo il Toro si riorganizza e al 32' passa su corner con N'Koulou, che ruba il tempo a tutti e di testa fa 1-0. Nel finale di frazione poi doppio intervento di Bizzarri, prima in uscita a tu per tu con Belotti e poi sul successivo tentativo dalla distanza di Niang. In avvio di ripresa Oddo perde il bomber Lasagna per infortunio (dentro Perica) e il Toro riesce a mettere in ghiaccio i tre punti con capitan Belotti, che al 66' parte da metà campo e segna con un preciso destro in diagonale dopo aver superato prima Nouitinck e poi Samir.

Torino-Udinese 2-0: il tabellino

CHIEVO-GENOA 0-1 - Poche emozioni per gran parte del match al 'Bentegodi' nello scontro diretto tra due pretendenti alla salvezza, un traguardo che il Genoa però vede ora più vicino grazie alla rete segnata nel finale da Laxalt che dopo aver sbancato l'Olimpico piegando la Lazio si ripete con gli scaligeri. La rete dell'utuguagio è arrivata infatti al 91', dopo che le uniche vere occasioni del match erano state di Pandev (gol annullato al 36' per fuorigioco e miracolo di Sorrentino al 37'). Una rete che regala a Ballardini la seconda vittoria di fila e altri tre punti d'oro per rimpinguare una classifica che ora preoccupa meno i liguri, a differenza di quanto accade invece per il Chievo di Maran.

Articoli correlati

Commenti