Serie A, Inter-Chievo 2-0: decidono Politano e Perisic, Champions più vicina

I nerazzurri battono i veneti a San Siro, volano al terzo posto superando l’Atalanta e tornano a +4 su Milan e Roma. A 180’ dalla fine del campionato la squadra di Spalletti è a un passo dalla seconda qualificazione di fila alla massima competizione europea
Serie A, Inter-Chievo 2-0: decidono Politano e Perisic, Champions più vicina© ANSA

MILANO - L’Inter di Spalletti conquista tre punti fondamentali nella corsa alla qualificazione alla prossima Champions League: Chievo battuto 2-0 nel posticipo della 36ª giornata grazie ai gol di Politano e Perisic. Una vittoria che permette ai nerazzurri di volare al terzo posto, superando l’Atalanta e tornando +4 sul Milan e la Roma. Non è stata comunque una partita facile per l’Inter che nel primo tempo ha dovuto aspettare il 39’ prima di sbloccare il risultato con la rete dell’attaccante ex Sassuolo e che poi nella ripresa, dopo ripetuti tentativi (pali di Perisic e Cedric Soares), ha chiuso il conto, con il Chievo in 10 uomini per l’espulsione di Rigoni, all’86’ con la conclusione di precisione dell’attaccante croato. Ora, a due giornate dalla fine del campionato (i nerazzurri sfideranno Napoli ed Empoli) l’Inter è davvero vicina alla Champions.

Politano e Perisic rilanciano l'Inter al terzo posto
Guarda la gallery
Politano e Perisic rilanciano l'Inter al terzo posto

Serie A, Inter-Chievo 2-0: tabellino e statistiche

 

LE SCELTE - Spalletti si affida al 4-2-3-1 con Politano, Nainggolan e Perisic sulla trequarti e Icardi titolare in attacco (Lautaro Martinez in panchina). In campo dal 1’ Cedric Soares e Borja Valero al posto degli squalificati D’Ambrosio e Brozovic. Per Di Carlo 3-4-1-2 con Meggiorini e Grubac nel reparto offensivo.

Nainggolan, che look! Col Chievo sfoggia la cresta bionda
Guarda la gallery
Nainggolan, che look! Col Chievo sfoggia la cresta bionda

SBLOCCA POLITANO - Nei primi minuti i ritmi della partita sono subito alti con il Chievo che non si limita a difendere ma si propone in zona offensiva con rapidi passaggi in velocità. La prima occasione è comunque per l’Inter con Perisic che al 6’ prova a incrociare di testa sul secondo palo dall’interno dell’area di rigore ma Semper è attento e respinge. Con il passare dei minuti la squadra di Spalletti guadagna metri ma il Chievo risponde alzando l’intensità del pressing, chiudendo bene tutti gli spazi in difesa. Al 28’ nuova occasione per Perisic che si libera bene sulla sinistra (perfetto il passaggio filtrante di Asamoah) e prova il tiro di potenza rasoterra ma Semper non si fa sorprendere e respinge con i piedi. Passano 11’ e l’Inter va in vantaggio: ancora Perisic prova a liberarsi al limite dell’area di rigore, il dribbling non riesce ma il pallone finisce sui piedi di Politano che di sinistro trova l’angolo giusto sbloccando il risultato (25° gol in Serie A per l’ex attaccante del Sassuolo). L’1-0 dà sicurezza all’Inter che continua a dominare il match (nel primo tempo la squadra di Spalletti mette a referto quasi il 70% del possesso del pallone) cercando il gol del raddoppio.

 

RADDOPPIA PERISIC - Nella ripresa non cambia lo spartito del match: l’Inter fa la partita e il Chievo si chiude in difesa coprendo bene tutti gli spazi. Di Carlo quindi, al 51’, prova a cambiare inserendo Kiyine al posto di Grubac. Passano solo 2’ e Vignato prova la conclusione di destro sul secondo palo ma il pallone finisce sul fondo. L’Inter però vuole chiudere la partita e al 57’ ha una grande doppia occasione per farlo: prima Politano impegna Semper, la respinta finisce sul piede di Perisic che prova il tap-in vincente ma l’estremo difensore del Chievo salva ancora il risultato. Al 61’ però Politano deve lasciare il campo per un infortunio alla caviglia, al suo posto Spalletti inserisce Candreva. L’Inter guadagna sempre più campo e al 64’ va vicinissima al 2-0: contropiede preciso e veloce dei nerazzurri guidato da Icardi e Nainggolan, Perisic ha nuovamente l’occasione per raddoppiare ma l’interno destro del croato trova il palo con Semper ormai battuto. Spalletti prova dunque a cambiare a centrocampo e al 65’ sceglie Gagliardini per Vecino. Al 76’ episodio chiave del match con Rigoni che viene espulso (doppia ammonizione) per un intervento in scivolata sull’ex centrocampista dell’Atalanta. Nello spazio di 2’ Di Carlo effettua quindi le ultime due sostituzioni: entrano Jaroszynski e Pellissier (standing ovation di San Siro per l’attaccante del Chievo che si ritirerà a fine stagione) ed escono Tomovic e Vignato. E al 79’ finisce anche la partita di Icardi: al suo posto c’è Lautaro Martinez. Nei minuti finali il Chievo prova in tutti i modi ad alzare il baricentro alla ricerca del pari ma l’Inter non si fa sorprendere e all’86' raddoppia: scambio in velocità Cedric Soares-Candreva, il portoghese prova la conclusione di destro che si stampa sul palo ma il pallone finisce di nuovo sui piedi di Perisic che questa volta non sbaglia e chiude il conto. L’Inter batte il Chievo e torna al terzo posto: ora la Champions è davvero ad un passo.

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti