Sampdoria-Juventus 2-0: Allegri saluta con un ko, Defrel e Caprari letali
© ANSA
Serie A
0

Sampdoria-Juventus 2-0: Allegri saluta con un ko, Defrel e Caprari letali

Negli ultimi cinque minuti i blucerchiati mettono al tappeto i bianconeri rovinando la festa di addio del tecnico juventino

GENOVA - Non riesce la Juve a regalare ad Allegri l'ultima vittoria sulla panchina bianconera, Max lascia e saluta al Ferraris con una sconfitta. Vince la Sampdoria 2-0, il destro beffardo di Defrel e la punizione gioiello di Caprari in cinque minuti stendono l'armata bianconera. Una partita che per lunghi tratti non ha regalato emozioni ma che ha trovato nel finale il colpo di coda della Samp. Il campionato della Juventus si conclude con 90 punti, sempre prima e mai in discussione. Giampaolo sale a 53, al nono posto. 

SAMPDORIA-JUVENTUS 2-0

Paratici: "Mai avuto contatti con Guardiola. Idee chiare sull'allenatore"

Quagliarella quasi eurogol

Nell'ultima sulla panchina della Juventus, Allegri - col nuovo look -, così come aveva annunciato in conferenza stampa, cambia e sperimenta. Se la Sampdoria si affida al sempreverde Quagliarella, premiato prima della partita come migliore centravanti della Serie A, l'attacco bianconero si nutre della freschezza di Kean e Dybala supportata da Cuadrado e dal classe '98 Pereira. In porta gioca Pinsoglio, alla prima stagionale. Ma non c'è lavoro né per lui né per Rafael dall'altra parte, attacchi sterili e intensità da fine anno. Si vede che è una partita che non vale nulla. Mezzora di vuoto che Bentancur prova a riempire con un paio di conclusioni, poi al 34' il solito Quagliarella cerca l'eurogol coordinandosi in mezza rovesciata e mancando di poco la porta: applausi. Il destro a giro di Ramirez dal limite chiude il primo tempo. 

La sblocca Defrel, poi gioiello Caprari

Il piglio diverso nella ripresa della Juve si vede subito, il baricentro è più alto e le occasioni per sbloccare il match arrivano con maggiore frequenza. Al 48' la zampata di Kean finisce di poco fuori, stesso esito la botta di Pereira e il pregevole mancino al volo di Dybala, di un soffio sopra la traversa. La Samp risponde col destro deviato di Barreto che dà uno spavento a Pinsoglio. Poca roba, comunque, di palle gol vere e proprie nessuna traccia. Al 78' esce Quagliarella, il capocannoniere del campionato che chiude la stagione con 26 marcature: nell'anno di Cristiano Ronaldo lo scettro di miglior bomber lo prende lui (salvo clamorose sorprese), all'età di 36 anni. Fuori Quaglia, ci pensa Vieira a prendersi la scena, rovesciata larga. Va in buca, invece, il destro sporco di Defrel all'85' che beffa Pinsoglio, spiazzato dalla brutta ma efficace conclusione della punta blucerchiata. E al primo dei quattro minuti di recupero Caprari pennella la punizione del 2-0 finale, un gioiello che lascia di stucco Pinsoglio. 

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

SERIE A - 4° GIORNATA
VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019
Cagliari - Genoa 3 - 1
SABATO 21 SETTEMBRE 2019
Udinese - Brescia 0 - 1
Juve - Verona 2 - 1
Milan - Inter 0 - 2
DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019
Sassuolo - Spal 12:30
Bologna - Roma 15:00
Lecce - Napoli 15:00
Sampdoria - Torino 15:00
Atalanta - Fiorentina 18:00
Lazio - Parma 20:45

 

Calciomercato in Diretta