Investimenti e investiti
© ANSA
Serie A
0

Investimenti e investiti

Noi nostalgici della corsa al titolo aperta a più squadre (si stava meglio quando stavano meglio anche altri); noi rotti a tutte le malizie d’una frenetica ricerca dell’anti-Juve, abbiamo trascorso l’estate ripetendoci che i campioni avrebbero subìto gli effetti del passaggio da Allegri a Sarri poiché il trattamento Sarriball si sarebbe rivelato non dico traumatico ma quantomeno disorientante per chi aveva appena conquistato l’ottavo scudetto di fila: come riferimento, avevamo lo scombussolamento provocato da Benitez quando nell’autunno 2010 tentò di cambiare la testa dei protagonisti del Triplete di Mourinho: sei mesi e a casa.

Ad alimentare le tante illusioni è intervenuta la scossa dell’8 agosto, avvertita soprattutto da Paratici, nel momento in cui la Premier ha deciso di abbandonare Dybala (Manchester United e Tottenham) e Mandzukic (United).

Il lungo stop di Chiellini, l’irritazione dello stesso Mandzukic e di Can, i grandi esclusi dalla lista Champions, i conti notevolmente appesantiti, l’ossessione europea e le prime uscite stagionali sembravano andare nella direzione sperata da interisti e napoletani. Poi è arrivata la sfida di San Siro, l’evidente dimostrazione di superiorità: e con la Juve che investendo l’Inter è tornata al suo posto il castello delle speranze della concorrenza ha registrato i primi cedimenti.

Ora il sospetto (forte) è che in poco meno di due mesi di campionato Sarri abbia trovato il compromesso ideale tra i suoi princìpi di gioco e le caratteristiche dei campioni che allena (la stagione nel Chelsea degli “anarchici” Hazard e David Luiz e di una stampa antipatizzante gli è servita) e se anche Sarri diventa duttile la domanda che ci accompagna da quasi un decennio torna d’attualità: si può davvero fermare questa Juve?

Buffon: "Con Conte l'Inter è la rivale principale"

Il discorso è, come detto, ristretto a Napoli e Inter, seconda e quarta fino a pochi mesi fa oltre che le uniche ad aver seriamente investito nell’ultimo mercato: ed è proprio ai grandi investimenti di Napoli e Inter, Lozano, Lukaku (e Conte), 50, 65 (e 100) milioni, sono richieste risposte differenti rispetto a quelle del passato.

Due giorni fa, a Londra, Andrea Agnelli, quasi compiaciuto, ha detto che “l’Inter è una seria candidata al titolo”: quando fa così le preoccupazioni di chi insegue tra mille difficoltà e diffidenze ma con legittime velleità aumentano in modo considerevole.

Albiol: "Napoli, il sogno rimane lo scudetto"

 

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Squadra PT Squadra PT
Inter 38 Verona 18
Juve 36 Bologna 16
Lazio 33 Fiorentina 16
Cagliari 29 Sassuolo 15
Roma 29 Udinese 15
Atalanta 28 Lecce 15
Parma 24 Sampdoria 15
Napoli 21 Brescia 13
Torino 20 Genoa 11
Milan 20 Spal 9
SERIE A - 16° GIORNATA
SABATO 14 DICEMBRE 2019
Brescia - Lecce 3 - 0
Napoli - Parma 1 - 2
Genoa - Sampdoria 0 - 1
DOMENICA 15 DICEMBRE 2019
Verona - Torino 12:30
Bologna - Atalanta 15:00
Juve - Udinese 15:00
Milan - Sassuolo 15:00
Roma - Spal 18:00
Fiorentina - Inter 20:45
LUNEDÌ 16 DICEMBRE 2019
Cagliari - Lazio 20:45

Calciomercato in Diretta