Sassuolo-Inter 3-4: doppiette Lautaro e Lukaku, Conte a -1 da Sarri
© Inter via Getty Images
Serie A
0

Sassuolo-Inter 3-4: doppiette Lautaro e Lukaku, Conte a -1 da Sarri

Due gol a testa (due su rigore) e partita messa in ghiaccio dopo il pari di Berardi. La reazione dei neroverdi con Djuricic e Boga sfiora soltanto un pari che sarebbe stato incredibile. Ora la Juve è di nuovo vicino

REGGIO EMILIA - Tre punti sofferti ma preziosi, l'Inter vince 4-3 contro il Sassuolo rischiando di pareggiare una partita dominata in lungo e in largo. Il gol di Lautaro Martinez e la doppietta di Lukaku (uno su rigore) rendono inutile nel primo tempo il momentaneo pari di Berardi, bestia nerazzurra con il quinto centro nelle ultime otto contro l'Inter. Il poker ancora di Lautaro e ancora su rigore nella ripresa allenta l'attenzione degli uomini di Conte che subiscono il ritorno dei neroverdi, tenuti in vita da Djuricic e Boga. L'assedio finale dei padroni di casa si infrange sul muro alzato dai nerazzurri, Conte può tirare un sospiro di sollievo: la Juve è di nuovo a -1.

Il tabellino di Sassuolo-Inter

La classifica di Serie A

Inter nazionale

Conte schiera un'Inter nazionale: cinque italiani dal 1', non accadeva dal 24 febbraio 2018 contro il Benevento. Bastoni nel terzetto difensivo è scortato dai veterani de Vrij e Skriniar, a centrocampo - orfano di Sensi, grande ex - Biraghi, Barella, Gagliardini e Candreva completano la mediana insieme a Brozovic, regista. Davanti tandem offensivo Lautaro Martinez-Lukaku. Il Sassuolo è raccolto nel dolore per la perdita del presidente Giorgio Squinzi, i minuti che anticipano l'inizio della partita sono dedicati a lui: volano i palloncini neroverdi in cielo. Sul campo, invece, De Zerbi sceglie i migliori, con Berardi e Caputo in attacco e Traore più dietro. 

Lautaro-Lukaku, l'Inter allunga

Prima azione, subito gol: Brozovic per Lautaro Martinez che stoppa al limite, sposta e tira di collo sul palo lungo battendo Consigli dopo appena due minuti di gioco. E' il terzo centro in campionato per l'argentino che al 13' ha sul destro il pallone del 2-0, ma al volo calcia incredibilmente fuori da posizione privilegiata. La dura legge del "gol mangiato gol subito" non fa sconti e al 16' Berardi pareggia: punta Biraghi sulla destra, lo salta e di destro - il suo piede "debole" - lascia partire un diagonale micidiale che batte sul palo e supera Handanovic. Per l'attaccante di De Zerbi è il 5° gol nelle ultime 8 partite contro l'Inter, una vera bestia nerazzurra.

Arrivano i primi cartellini gialli, Obiang falcia Barella, scorretteza di Duncan ancora sul centrocampista interista. La partita è equilibrata, le due squadre fanno le prove generali per il raddoppio: gol annullato a Lautaro per un fallo precedente di Lukaku e fuorigioco fischiato a Caputo che annulla il suo tiro vincente. Al 38' è Lukaku a rompere l'equilibrio: da pivot, di potenza, protegge spalle alla porta il pallone dalla pressione di Peluso, poi in un attimo si gira e piazza in porta il 2-1. Corre in panchina "Big Rom", abbraccio con Conte. Il Sassuolo accusa il colpo e nel giro di 5' incassa anche il tris, ancora da Lukaku su rigore (netto, cinturato Lautaro): mancino incrociato che spiazza Consigli, il belga mette dentro la doppietta che vale il 5° sigillo in Serie A. Curiosità: durante il calcio di rigore, un paracadutista invade il campo.

Sassuolo, quasi rimonta: l'Inter torna a -1 dalla Juve

De Zerbi non aspetta nemmeno dieci minuti della ripresa per il primo cambio offensivo: Boga per Obiang al 52', Sassuolo col 4-2-3-1 con Berardi, Traore e Boga dietro a Caputo. Continua però ad essere l'Inter la squadra più pericolosa, soprattutto con Lautaro che è indemoniato, non lo tiene nessuno. Servono due parate di Consigli, attento anche sulla botta ravvicinata di Candreva, per sbarrargli la strada della doppietta. La reazione neroverde è tutta nella deviazione d'istinto di Caputo sugli sviluppi di una punizione e nella seconda mossa di De Zerbi, che dalla panchina pesca Djuricic, dentro al posto di Traore. Sprazzi di Sassuolo prima del poker dell'Inter: Lautaro si conquista e trasforma al 71' il rigore del 4-1, doppietta anche per il "Toro". Doppio cambio per l'Inter, Conte pensa al Borussia Dortmund in Champions League e sostituisce Candreva e Lautaro Martinez per Lazaro (debutto in A) e Politano, ex di turno. Al 74' Djuricic prova a tenere in vita ancora il Sassuolo con il piatto vincente del 4-2 dopo una bella combinazione con Caputo. E' la scintilla che accende i padroni di casa e Boga che all'82' accelera, ne semina tre e di precisione infila all'angolino la rete del 4-3. Inter in bambola e tutta dietro, partita completamente riaperta in una manciata di minuti. All'89' Marlon per un soffio non devia in porta il pari dopo il destro di Berardi. Conte va in trincea, esce Lukaku per Vecino. I 5' di recupero sono di sofferenza per l'Inter, che resiste e porta a casa tre punti sofferti ma preziosi per tornare a -1 dalla Juve.

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti