Fiorentina-Lazio 1-2: Correa-Immobile, Inzaghi sbanca Firenze
© Getty Images
Serie A
0

Fiorentina-Lazio 1-2: Correa-Immobile, Inzaghi sbanca Firenze

I biancocelesti tornano alla vittoria con un colpo di testa del bomber laziale all'89' su cross di Lukaku che rende inutile il pari di Chiesa. Caicedo sbaglia il rigore nel recupero

FIRENZE - La Lazio torna alla vittoria in campionato (non prendeva i tre punti dalla sfida col Genoa) e al successo fuori casa (non accadeva dalla trasferta contro la Sampdoria), fermando la striscia di 6 risultati utili consecutivi della Fiorentina. Al Franchi finisce 2-1 per i biancocelesti che vincono una partita aperta dal terzo gol del Tucu Correa e ripresa subito dopo dal mancino di Chiesa. Decisivo il cambio di Inzaghi che inserisce Lukaku: il belga, che non scendeva in campo dal 20 gennaio scorso contro il Napoli, pennella il cross-vittoria sulla testa di Immobile che firma il 10° gol in campionato. Nel XXI secolo solo quattro volte un giocatore ha raggiunto la doppia cifra di gol in Serie A entro le prime nove giornate: Toni nel 2005/06, Dybala nel 2017/18 e sempre Immobile nel 2017/18. Al 95' Caicedo sbaglia il rigore del 3-1 nel recupero, che non incide sul risultato finale. La Lazio sale a 15 punti (sesta) staccando proprio la Fiorentiina, ferma a 12.

Il tabellino di Fiorentina-Lazio

La classifica di Serie A

Patric dal 1', tipico undici per Montella

Né Luis Alberto in posizione avanzata, provato in settimana, né Caicedo, vicino a Immobile Inzaghi sceglie ancora Correa. La vera sorpresa però è Patric al posto di Luiz Felipe nel terzetto difensivo, più adatto probabilmente a marcare due attaccanti rapidi come Chiesa e Ribery, coppia fissa di Montella. A centrocampo Lazzari vince il ballottaggio con Marusic. Nella formazione viola nessuna novità, ancora in campo l'undici tipo con i due ex della partita Caceres e Badelj.  

A Correa risponde Chiesa

La partita è equilibrata, la Lazio preferisce il fraseggio centrale per cercare l'imbucata su Correa o Immobile, mentre la Fiorentina si distende quando può con Chiesa e Ribery. Al 4' ci prova Castrovilli a giro, destro fuori. Al 13' contatto molto dubbio: Lazzari brucia Caceres sulla fascia, entra in area dove viene steso con una spallata davvero al limite, Guida fa proseguire. Alza i giri del motore Chiesa e scalda i guantoni di Strakosha con un tiro improvviso parato a terra dal portiere biancoceleste. Quando la Lazio si mette in moto con i suoi migliori la differenza si vede: prima un tacco di Luis Alberto smarca davanti a Dragowski Immobile che segna ma in fuorigioco, poi al 23' Correa fa centro. Immobile conduce il contropiede e imbuca per il Tucu che scarta il portiere e deposita in rete (3° gol in campionato). Per il guardalinee è fuorigioco, non per il Var che ribalta tutto e dà il vantaggio alla Lazio. Due minuti più tardi Correa potrebbe subito raddoppiare, l'uno-due con Luis Alberto è splendido, ma il sinistro a botta sicura dell'argentino è centrale e sbatte su Dragowski. Gol divorato, gol subito, un grande classico dei biancocelesti: al 27' l'asse Ribery-Chiesa è micidiale, il francese pesca in area il 25 viola che col mancino brucia Strakosha. Grave l'errore in marcatura di Radu che si perde l'inserimento di Chiesa. La fine del primo tempo è anticipata dall'infortunio di Caceres, al suo posto il classe '99 Ranieri. 

Immobile punisce la Fiorentina

Scorrono senza emozioni le prime battute della ripresa, serve una scossa. Inzaghi cambia a sorpresa Milinkovic, sotto tono sì ma sempre difficile da levare quando si cerca il gol, al suo posto Parolo. Montella inserisce Sottil per Lirola, anche lui infortunato. Al 58' prova a suonare la sveglia Lulic, botta dalla distanza sulla quale vola Dragowski. E' l'ultima giocata del capitano della Lazio che lascia il campo a Jordan Lukaku: il belga non si vedeva da Napoli-Lazio del 20 gennaio scorso. La manovra della Viola è costruita intorno ai movimenti di Ribery e Chiesa che continuano ad essere i più pericolosi. Montella però al 74' decide di giocarsi l'ultima sostituzione e di far rifiatare il francese per inserire Boateng. Esce scuro in volto Ribery, scontento e stizzito per il cambio assiste dalla panchina alla punizione calciata da Luis Alberto sopra la barriera e sopra la traversa. Ultima mossa anche per Inzaghi, tocca a Caicedo per Correa. Al 78' irrompe Castrovilli con un'azione personale che lo porta al tiro, Strakosha è attento e para. All'89' Lukaku scende sulla fascia e crossa per Immobile che di testa punisce la Fiorentina. Il lungo controllo del Var per un fallo di Lukaku su Sottil certifica il 2-1 e il 10° gol della punta laziale. Al 95' un'altra discesa del terzino della Lazio è determinante: tocco per Luis Alberto, tiro stoppato dal braccio di Ranieri che viene espulso per seconda ammonizione. Caicedo dal dischetto, e non Immobile, sbaglia il calcio di rigore parato da Dragowski. Per fortuna di Inzaghi nessun dramma, vince la Lazio 2-1.

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

SERIE A - 1° GIORNATA
SABATO 19 SETTEMBRE 2020
Fiorentina - Torino 1 - 0
Verona - Roma 3 - 0
DOMENICA 20 SETTEMBRE 2020
Parma - Napoli 0 - 2
Genoa - Crotone 4 - 1
Sassuolo - Cagliari 1 - 1
Juve - Sampdoria 3 - 0
LUNEDÌ 21 SETTEMBRE 2020
Milan - Bologna 2 - 0
MERCOLEDÌ 30 SETTEMBRE 2020
Benevento - Inter 18:00
Udinese - Spezia 18:00
Lazio - Atalanta 20:45