Coronavirus, distrutto lo striscione di solidarietà dei tifosi di Atalanta e Brescia

Il sindaco di Sarnico: "Vergogna per chi ha commesso questo gesto!"
Coronavirus, distrutto lo striscione di solidarietà dei tifosi di Atalanta e Brescia
TagsCoronavirusatalantaBrescia

BERGAMO - Lo striscione di solidarietà tra la tifoseria dell'Atalanta e quella del Brescia esposto nei giorni scorsi sul ponte sul lago d'Iseo che collega la sponda bergamasca a Sarnico con quella bresciana a Paratico è stato distrutto da un atto di vandalismo. A denunciarlo, sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Sarnico Giorgio Bertazzoli. "Purtroppo devo denunciare questo fatto di assoluta gravità! Stanotte è stato tagliato lo striscione fatto dal Club Amici dell'Atalanta di Sarnico... uno striscione messo nei giorni scorsi sul nostro ponte tra Sarnico e Paratico che divide a metà le province di Bergamo e Brescia...", si legge. "Lo striscione recitava così: Divisi sugli spalti, uniti nel dolore. Brescia e Bergamo in questo momento difficile stanno soffrendo per i propri cari. Come Sindaco di Sarnico dico solo una parola! "VERGOGNA" per chi ha commesso questo gesto!", prosegue il primo cittadino. Infine, un ringraziamento che coincide con un appello all'unità d'intenti dei due territori più colpiti dall'emergenza Coronavirus: "Invece ringrazio tutti i bergamaschi e bresciani che in questo momento Resistono e Soffrono insieme! Lo sport deve sempre unire!!! Atalanta e Brescia unite".

Coronavirus, l'Esercito Italiano trasporta le salme dei deceduti
Guarda la gallery
Coronavirus, l'Esercito Italiano trasporta le salme dei deceduti

Brusaferro: "Atalanta-Valencia momento zero? É una delle ipotesi"
Guarda il video
Brusaferro: "Atalanta-Valencia momento zero? É una delle ipotesi"

Mister Calcio Cup europei

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti