Serie A
0

Lo Monaco su Spadafora: "E' inadeguato, non capisce che il calcio è lavoro"

L'ex ad del Catania: "Il ministro non ha pienezza di quello che succede, né dello scenario futuro. Non c'è solo Serie A, ma anche la B e la C" 

Lo Monaco su Spadafora:
© LAPRESSE

ROMA - "Spadafora ritiene che il calcio sia un gioco e non un'espressione del mondo lavorativo nonché terzo contribuente dello stato italiano. La pandemia ha attanagliato tutte le leghe, è inopportuno quello che sostiene, è un ministro inadeguato". Pietro Lo Monaco - intervistato da Radio Sportiva - non ha usato mezze misure nel giudicare l'operato del ministro dello Sport in un momento in cui il calcio italiano vuole riprendere per uscire dall'emergenza coronavirus. "Non ha la pienezza di quello che ci sta succedendo e dello scenario futuro. Il calcio nostro non è solo serie A, ma anche B, C, dilettanti e femminile. Il calcio produce per lo stato e da da mangiare a tantissime famiglie. Ok le cautele e il protocollo, ma non è alla portata della serie B e C. La Lega Pro mi sembra abbia espresso il proprio modus operandi e bisogna rispettare questa cosa. In un momento come questo è illogico parlare di forzatura a riprendere. C'è una responsabilità ben precisa in capo ai presidenti". La ricetta di Lo Monaco prevede "la fine della stagione agonistica, definendo prima tutte le questioni su promozioni e retrocessioni, per prepararsi poi al nuovo anno".

Spadafora al Senato: il punto sulla ripresa delle discipline sportive in Italia

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti