Serie A
0

Fiorentina-Cagliari 0-0: Ribery dimentica i malumori, portieri protagonisti

Al Franchi gara divertente ma senza reti: il francese gioca alla grande per oltre un'ora, Dragowski e Cragno parano tutto, gol annullato a Simeone

Fiorentina-Cagliari 0-0: Ribery dimentica i malumori, portieri protagonisti

FIRENZE - Senza grandi ambizioni di classifica, Fiorentina e Cagliari danno vita a un match che alla fine risulta divertente, pur in assenza di reti. Tra i padroni di casa spicca la bella prestazione di Ribery, che ha evidentemente lasciato fuori dal campo i malumori per il furto subito qualche giorno fa. Protagonisti anche i due portieri, Dragowski e Cragno, che evitano di capitolare con alcune grandi parate.

Fiorentina-Cagliari, tabellino e statistiche

Fiorentina-Cagliari, la cronaca

All’ingresso in campo si nota l’assenza di Castrovilli, lasciato in panchina dal tecnico viola Iachini. Nel Cagliari c’è Nainggolan mezzala e Birsa trequartista. Inizialmente partono meglio i sardi che al 6’ trovano anche il gol con Simeone, apprezzato ex della Fiorentina, innescato da un lancio di Mattiello: il guardalinee però segnala un fuorigioco dell’attaccante argentino, poi confermato dal Var all’arbitro Manganiello. Al 13’ ci prova Rog dalla distanza, mancando di poco il bersaglio. La Fiorentina si sveglia con una conclusione al 16’ di Chiesa, che Cragno controlla senza difficoltà. Ribery sembra ispirato, nonostante i profondi malumori per il furto di qualche giorno fa, ma il gol non arriva. Ci va vicino Duncan al 39’ per i padroni di casa: il ghanese si gira ed esplode un sinistro che supera Cragno, ma si stampa sul palo. Zenga, in panchina, si sbraccia per dare indicazioni al suo Cagliari che rischia ancora al 2’ di recupero, quando Ribery impegna Cragno, dopo una bella combinazione con Chiesa e Vlahovic.

Serie A, risultati e classifica

Cragno e Dragowski, che parate

Nella ripresa la prima fiammata è del Cagliari, che va a un passo dalla rete al 55’: cross di Nainggolan per Nandez che calcia a botta sicura da pochi metri, Dragowski però è bravissimo a chiudere lo specchio della porta, anticipando la parata in tuffo. Al 68’ ci prova anche Lykogiannis con una saetta dalla distanza, stavolta però il portiere polacco della Fiorentina intercetta la sfera con maggiore facilità. Nell’ultimo quarto d’ora Iachini deve rinunciare a Ribery, autore di un ottimo match, ma ormai senza benzina, eppure la Fiorentina va vicina alla rete con un colpo di testa del nuovo entrato Kouamé, splendidamente parato da Cragno in volo. Nel finale di match Ghezzal lamenta un problema muscolare, lascia i viola in dieci e poi rientra, stringendo i denti. Il match si chiude 0-0, ma resta la sensazione di 90 minuti divertenti.

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti