Lazio-Brescia 2-0: Immobile da Scarpa d'Oro, -1 da Higuain!

Sblocca Correa su assist di Ciro che poi raddoppia nel finale di partita: superato Lewandovski, contro il Napoli l'ultima partita può valere il record della Serie A

© LAPRESSE

ROMA - Una partita a senso unico, impreziosita dalla nuova maglia sfoggiata dalla Lazio e da un altro gol di Immobile, il 35° in questo campionato, che gli permette di superare e eliminare Lewandowski dalla corsa alla Scarpa d'Oro e salire al primo posto nella corsa al trofeo, con il solo Cristiano Ronaldo rimasto ad insidiarlo. Brescia sconfitto, con le parate di Andrenacci ad evitare un passivo ben più pesante, e Inzaghi che aggancia l'Atalanta in classifica al terzo posto (ma sarebbe quarta visto lo svantaggio negli scontri diretti). 

Immobile assist, sblocca Correa. Andrenacci tiene a galla il Brescia

La prima occasione è del Brescia al 10': Torregrossa si divora il vantaggio, colpendo di testa completamente solo a ridosso dell'area piccola, mandando alto sulla traversa. Passato lo spavento la Lazio si mette a macinare gioco, Immobile con una stoccata delle sue dai sedici metri sfiora il palo, poi è ancora il centravanti di Inzaghi protagonista al 17' quando duetta con Correa mandandolo in porta, l'argentino non si fa sfuggire l'occasione e insacca alle spalle di Andrenacci. E' il gol che libera il match per i biancocelesti, attenti a chiudere i varchi e pronti a ripartire in una sfida che vive di fiammate: Zmrhal prova a spaventare Strakosha ma è Andrenacci il protagonista del finale, con interventi decisivi su Luis Alberto e Immobile, prima dell'ultimo tentativo dello spagnolo che si perde di pochissimo a lato.

Immobile verso la storia: con Correa coppia gol perfetta, Brescia battuto
Guarda la gallery
Immobile verso la storia: con Correa coppia gol perfetta, Brescia battuto

All'82' Ciro colpisce ancora, -1 da Higuain. Traversa Luis Alberto, palo Immobile

Si riparte senza cambi e con Acerbi che di testa va a un passo dal raddoppio. Brutto fallo su Immobile di Papetti che rischia il rosso, Milinkovic-Savic di testa impegna ancora Andrenacci, altro giallo per Tonali, anche lui graziato da Massimi. Inzaghi manda dentro Marusic e Lukaku, Immobile non riesce a trovare la porta innescato da Milinkovic-Savic mentre il tempo passa e si arriva all'ultimo quarto d'ora, ancora Immobile da dentro l'area cicca il sinistro e poi fallisce un diagonale facile solo davanti al portiere: non sembra serata ma improvvisamente, con un movimento identico a quello di un minuto prima, Ciro si invola verso la porta e stavolta non perdona, 2-0 e 35 gol in campionato, una cifra che ad oggi gli varrebbe la Scarpa d'Oro a una sola lunghezza dal record di Higuain. Adekanye appena entrato e Luis Alberto potrebbero aumentare il bottino, ma è clamorosa la traversa a porta vuota dello spagnolo, poi ancora Andrenacci nel recupero nega al numero 17 biancoceleste la doppietta prima parandogli il destro poi sfiorando il sinistro respinto dal palo. A Napoli, sabato sera, l'ultimo atto per inseguire un incredibile primato. 

Commenti