Crotone-Lazio 0-2: festa Inzaghi con Immobile e Correa

Ciro torna subito al gol e raggiunge Signori, il Tucu sigilla il risultato e regala tre punti ai biancocelesti sotto una pioggia torrenziale

© ANSA

CROTONE - Senza Milinkovic, ma con un Immobile che si è confermato sui soliti livelli. Nel 2-0 della Lazio al Crotone - gara giocata sotto una pioggia torrenziale - c’è stata subito la firma del bomber di Inzaghi, che ha messo da parte l’incubo Covid raggiungendo Beppe Signori al secondo posto nella classifica all-time dei marcatori biancocelesti con 107 gol. Correa ha firmato meravigliosamente il raddoppio e Luis Alberto, dopo aver sollevato la questione stipendi, ha iniziato la missione perdono con alcune giocate che hanno fatto felice il tecnico. Nella ripresa un po’ di turnover - il Tucu e SuperCiro non hanno concluso la partita - ma questo era prevedibile a tre giorni dalla sfida di Champions contro lo Zenit, importantissima per il prosieguo del cammino europeo.

Lazio, due gol al Crotone: festa sotto la pioggia con Immobile-Correa
Guarda la gallery
Lazio, due gol al Crotone: festa sotto la pioggia con Immobile-Correa

Immobile-gol, agganciato Signori

Bomba d’acqua, disagi, allagamenti e l’invito del sindaco a non uscire di casa. Anche lo Scida, purtroppo, ha rispecchiato la situazione critica vissuta nelle ultime ore dalla città di Crotone. Ma nonostante le non perfette condizioni del campo, la Lazio è stata in grado di alzare subito la voce. Inzaghi ha ritrovato la sua coppia titolare, con Immobile andato a un passo dal vantaggio approfittando dell’errore di Cordaz e con Correa che ha tentato la soluzione personale dal limite dell’area. E se il palo ha fermato la zampata di Simy, la pioggia ha reso ancora più spettacolare l’1-0 di Immobile al 21’: assist sensazione di Parolo e colpo di testa in tuffo della Scarpa d’Oro con tanto di festa (e bacio) a favore della telecamera. Nel primo tempo il raddoppio non è arrivato, l’urlo del tecnico biancoceleste è rimasto strozzato in gola sopratutto quando l’incornata di Fares ha incontrato prima la deviazione di Cordaz e dopo il salvataggio sulla linea di Marrone.

Correa chiude la partita

È appena rientrato dal Sudamerica, ma ha dimostrato di essere più che in condizione. Correa è stato l’uomo copertina dell’inizio di ripresa, aperta dagli ingressi - in casa Lazio - di Akpa Akpro e Marusic al posto di Parolo e Fares. Il Tucu ha firmato il 2-0 al 58’, prendendosi gli applausi dell’intera panchina grazie a un diagonale da posizione defilata finito sotto le gambe del portiere del Crotone. Il monologo di Inzaghi è proseguito con il solito Immobile, stavolta però lo scavino non ha avuto fortuna, e con il neoentrato Caicedo che - servito splendidamente da Luis Alberto - si è fermato soltanto sull’esterno della rete. Il resto è stato di totale controllo, un finale di gara mirato più a evitare possibili ko per le pessime condizioni del terreno che a cercare il gol del tris. Il Crotone, dopo un buon primo tempo, raramente è passato dalle parti di Reina che ha comunque guidato una super difesa che adesso spera di riavere il più presto possibile a disposizione Strakosha e Luiz Felipe.

Commenti