Paolo Rossi, Prandelli: "Un amico sincero, non riesco ad accettarlo"

Il tecnico viola alla camera ardente al Menti di Vicenza: "Tanta gente è venuta rendergli omaggio, questo testimonia come ha vissuto"
Paolo Rossi, Prandelli: "Un amico sincero, non riesco ad accettarlo"© ANSA

ROMA - "Per me è un amico, un amico sincero: non riesco a trovare le parole, non l'ho ancora accettato". Cesare Prandelli non riesce a trattenere la commozione per la scomparsa di Paolo Rossi: il tecnico della Fiorentina è andato a Vicenza alla camera ardente del campione scomparso a 64 anni, dove tanta gente dal primo pomeriggio è in fila fuori allo stadio Menti per rendere omaggio a Pablito. "È la testimonianza di come ha vissuto Paolo la propria professione - ha detto l'ex ct azzurro ai microfoni di Sky - e la gente viene a salutare Paolo non il calciatore. È riuscito come pochi al mondo a riprendersi da momenti sempre difficili ricordando i valori dell'amicizia. Non è mai stato un personaggio, lo è diventato perché nel calcio ha fatto quello che ha fatto. Come persona è sempre stato di grande umanità e sensibilità".

Paolo Rossi, l'ultimo saluto nello stadio del Vicenza
Guarda la gallery
Paolo Rossi, l'ultimo saluto nello stadio del Vicenza

MisterCalcioCup “Torneo a Gironi”, crea la tua squadra ora

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti