Torino-Spezia 0-0: Italiano in 10 ferma Giampaolo, palo Ansaldi

Nonostante l'inferiorità numerica dopo 7 minuti - espulso Vignali - gli ospiti colgono il terzo risultato utile consecutivo e tengono a distanza i diretti rivali per la salvezza
Torino-Spezia 0-0: Italiano in 10 ferma Giampaolo, palo Ansaldi© Getty Images

ROMA - Incapace di sfruttare una preziosa superiorità numerica regalata da uno sciagurato Vignali dopo soli sette minuti, messo sotto a livello tecnico e tattico dallo Spezia, il Torino di Giampaolo non va oltre lo zero a zero in casa contro una diretta concorrente per la salvezza e continua la crisi di risultati e di gioco. Grande partita della squadra di Italiano, bravissimo a correggere in corsa i suoi dopo essere rimasto in 10, e terzo risultato utile consecutivo dopo le due vittorie precedenti.

Follia Vignali, Spezia in 10 dopo 7 minuti. Ma il protagonista è Sirigu

Giampaolo con Segre in cabina di regia al posto dello squalificato Rincon, Italiano con Piccoli davanti visto l'infortunio di Nzola. L'inizio è terribile per gli ospiti: Vignali in pressing offensivo entra in tackle a gamba alzata sulla caviglia di Murru, intervento tanto brutto quanto inutile con l'avversario che rotola a terra urlando e si rialza zoppicando dopo le cure mediche, Fabbri viene richiamato al Var e cambia il cartellino giallo estratto in precedenza con il rosso. Spezia in 10, il tecnico sposta Maggiore terzino destro e fa scalare Gyasi a centrocampo in un forzato 4-3-2. Il Toro inizia a crederci e ad aggredire, Singo va anche a segno sugli sviluppi di un angolo ma l'esterno  ma in evidente fuorigioco al 18', Italiano corre ai ripari, fuori Farias e dentro Estevez per rafforzare il centrocampo e ritrovare un equilibrio che non lascia comunque spazi pericolosi alla lenta manovra granata. Passata la mezz'ora è anzi Sirigu a ergersi protagonista del match, con una doppia e grande parata in serie prima sul sinistro al volo di Gyasi e poi sul tentativo successivo sottoporta di Piccoli. Gialli a Bongiorno e Chabot, si arriva all'intervallo con Verdi fermato da solo davanti a Provedel per offside e la sensazione che lo Spezia stia lottando ad armi pari pur con un uomo in meno.

Torino, che delusione: lo Spezia resiste in dieci per 87'!
Guarda la gallery
Torino, che delusione: lo Spezia resiste in dieci per 87'!

Dentro Zaza, ci prova Verdi. Occasione Maggiore, si rivede Galabinov, palo Ansaldi!

Doppio cambio Torino, Lyanco per l'ammonito Bongiorno e Zaza per Izzo: Giampaolo alza la pressione offensiva con Verdi che si fa pericoloso poco prima dell'ora di gioco, conclusione al volo deviata in angolo. E' solo un lampo, mancano le idee a questo Torino e lo Spezia ha buon gioco nel contenere e ripartire, sempre giocando bene il pallone: anche Lyanco si becca il giallo per fermare Piccoli, poi è Pobega che mantenedo alta la pressione offensiva soffia palla a Singo e mette Maggiore davanti a Sirigu, sinistro in corsa alto e occasione che sfuma al 65'. Dentro Ansaldi per Murru, non cambia niente tra i padroni di casa mentre lo Spezia sale di giri: cavalcata di Gyasi sulla sinistra e palla dentro per Piccoli salvata alla disperata da Lyanco, sul corner successivo fucilata di Estevez centrale con Sirigu a metterci ancora i guanti. Gojak per un Verdi evanescente, dall'altra parte Italiano toglie prima l'ammonito Marchizza per Ramos, poi prova la sorpresa: triplo cambio con Erlic, Deiola e soprattutto Galabinov, carta importante da recuperare in chiave campionato visto il problema di Nzola. Finale caldissimo, il Toro ha la grande chance con Ansaldi crea il panico in area e conclude a botta sicura scheggiando il palo a Provedel battuto. Non basta, è 0-0 e i granata restano terzultimi in classifica.

 

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti