Cagliari-Milan 0-2: Pioli sempre più primo nel segno di Ibra

Una doppietta dello svedese manda ko la squadra di Di Francesco, che perde la quinta partita consecutiva in campionato. Saelemaekers espulso al 74'
Cagliari-Milan 0-2: Pioli sempre più primo nel segno di Ibra© Getty Images

Il grande ritorno di Ibra in Serie A. Una doppietta dello svedese (la quinta) determina la vittoria dei rossoneri per 2-0 contro un Cagliari impreciso e sfortunato, che perde la quinta partita di fila in campionato. L'espulsione di Saelemaekers al 74', otto minuti dopo il suo ingresso in campo, complica meno del previsto l'ultimo quarto d'ora di una partita dominata dagli ospiti. Il dodicesimo rigore della stagione per il Milan, assegnato da Abisso al 5' e realizzato da Ibrahimovic al 7', indirizza fin da subito la sfida. Nella ripresa il raddoppio dello svedese rende meno pesanti i 16 minuti finali trascorsi in inferiorità numerica. Pioli continua a dominare il campionato: arriva a 43 punti e risponde al grande successo dell'Inter sulla Juventus. Un'altra vittoria nel segno di Zlatan, che torna dal primo minuto in campionato dopo l'infortunio e festeggia con una doppietta; ora  la sua firma è in tutte le ultime quattro decadi: dal 1999 al 2021. Inoltre, per la prima volta nella sua carriera, trova il gol per nove partite da titolare consecutive. Gloria statistica non solo per lui, ma anche per tutto il Milan che ha eguagliato la striscia più lunga di partite esterne in gol nella sua storia in Serie A: le 19 gare tra marzo 1992 e aprile 1993.

Ibra è tornato! Doppietta show, Milan da solo al comando
Guarda la gallery
Ibra è tornato! Doppietta show, Milan da solo al comando

Rigore per il Milan dopo 5': segna Ibrahimovic

Dopo soli 5 minuti dal fischio d'inizio, l'arbitro Abisso assegna il dodicesimo rigore per il Milan, ritenendo fallosol'intervento di Lykogiannis su Ibrahìmovic. Dal dischetto va proprio lo svedese e non Kessié: palla da una parte, Cragno dall'altro e subito 0-1. La reazione del Cagliari è rabbiosa, ma non spaventa più di tanto la retroguardia rossonera. Manca soprattutto l'intesa tra Marin e Simeone, che si cercano tanto e si trovano poco. Al 25' allora torna davanti il Milan, con Calabria che prova dalla distanza a sorprendere il portiere di casa, ma conquista solo un calcio d'angolo. La trama del gioco del Cagliari si ferma sulla soglia dell'area avversaria e così le occasioni più pericolose sono quelle rossonere, in ripartenza. Al 35' il primo errore della difesa del Milan regala un calcio d'angolo ai rossoblù. Sul calcio piazzato ci prova Ceppitelli di testa, ma non trova la porta. Sulla ripartenza ospite, invece, palo di Calabria, che stavolta aveva messo fuori gioco Cragno col suo sinistro. Altro ribaltamento di fronte e conclusione sbilenca di Joao Pedro. Al 39' Abisso sventola il primo cartellino giallo a Romagnoli, che era diffidato e salterà la partita contro l'Atalanta. Con il passare dei minuti il Cagliari continua a rischiare, ma perde la timidezza iniziale e arriva al tiro con continuità. Tutto ciò non basta a cambiare il risultato e le squadre fanno rientro negli spogliatoi sullo o-1.

Ibra raddoppia, Saelemaekers entra e si fa espellere dopo 8'

Primo cambio per Pioli ad inizio secondo tempo: dentro Kalulu e fuori KjaerAl 52' Calabria lancia lungo e pesca Ibrahimovic in corsa: lo svedese tira e segna. Il gol in un primo momento viene annullato per fuorigioco, ma poi il Var ribalta la decisione e conferma il raddoppio rossonero. Al 57' Di Francesco manda in campo Sottil per Pereiro. Al 63' Donnarumma nega la gioia del gol a Simeone, che aveva calciato a colpo sicuro e dopo un minuto Cragno fa la stessa cosa con Ibrahimovic, alla ricerca della tripletta. Pioli richiama Hauge in panchina, al suo posto Saelemaekers, che dopo poco viene ammonito per un calcione rifilato a Zappa. Di Francesco sostituisce il nuovo acquisto Duncan con Oliva e Pioli risponde con il suo nuovo acquisto Meité, che rileva Tonali. Al 74' Saelemaekers riesce nell'impresa di farsi ammonire per la seconda volta in 8 minuti: rosso per lui e Milan in 10. Di Francesco approfitta del momento per inserire le torri Pavoletti e Cerri al posto di Zappa e Simeone. La partita inevitabilmente si accende: Godin viene ammonito mentre Pioli cambia Diaz con Conti, prossimo al trasferimento al Parma. Punizione pericolosa al minuto 85 per il Cagliari: Lykogiannis crossa al centro e Ceppitelli colpisce il pallone di testa ma lo spedisce oltre la traversa. Più pericolosa l'occasione seguente di Ibrahimovic, che pure si spegne sul fondo. L'ammonizione di Ceppitelli e i quattro minuti di recupero sono le uniche cose da registrare prima del triplice fischio che conferma il primo posto solitario del Milan in Serie A.

CAGLIARI-MILAN 0-2: TABELLINO E STATISTICHE

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti