Roma-Verona 3-1: Borja Mayoral e Mkhitaryan show, Fonseca è terzo

Dopo la vittoria rocambolesca contro lo Spezia, il successo netto sulla squadra di Juric dà nuova forza al tecnico portoghese nel complicato rapporto con Dzeko
Roma-Verona 3-1: Borja Mayoral e Mkhitaryan show, Fonseca è terzo© LAPRESSE

ROMA - Tre gol in nove minuti per mettere da parte i cattivi pensieri, travolgere il Verona e riprendersi il terzo posto in classifica. Dopo la vittoria rocambolesca contro lo Spezia, il successo netto sulla squadra di Juric dà nuova forza a Fonseca nel complicato rapporto con Dzeko (sorridente in tribuna insieme ai nuovi acquisti El Shaarawy e Reynolds) nella settimana che porterà alla sfida di sabato sera a Torino contro la Juve (senza Pellegrini, diffidato e ammonito e con Smalling uscito subito per infortunio). Contro il Verona (nel girone d'andata miglior difesa insieme ai bianconeri e  specializzata nel fare punti contro le grandi), la doppietta di Borja Mayoral e la firma di Mkhitaryan tra il 20' e il 29' fanno dimenticare per un momento anche l'amarezza per il caso Diawara dell'andata (i dirigenti giallorossi sperano ancora nel ricorso contro la sconfitta a tavolino del Bentegodi).

Magica Roma, tris al Verona: Fonseca si riprende il terzo posto
Guarda la gallery
Magica Roma, tris al Verona: Fonseca si riprende il terzo posto

Dzeko in tribuna, Borja Mayoral si scatena

Fonseca ripropone Borja Mayoral punta centrale, con Mkhitaryan e Pellegrini a supporto. Pau Lopez confermato in porta, mentre in difesa torna Mancini al posto di Kumbulla. L'ex veronese, però, è subito lanciato in campo per Smalling, che esce al 12' per un problema muscolare. Nonostante la prima difficoltà, la Roma dimostra di essere scesa in campo convinta e determinata. La difesa controlla bene il pericoloso trio veronese formato dall'ex giallorosso Kalinic e da Barak e Zaccagni in appoggio. Al 19' un destro rasoterra di Borja Mayoral che, deviato, sfiora il palo è la scintilla che accende la Roma. Sul successivo calcio d'angolo, Mancini stacca di testa anticipando Barak e superando Silvestri.

Roma, Dzeko accoglie Reynolds: all'Olimpico sono baci e abbracci
Guarda la gallery
Roma, Dzeko accoglie Reynolds: all'Olimpico sono baci e abbracci

Mkhitaryan c'è, Colley entra e segna

La squadra di Fonseca continua ad attaccare e 2' dopo trova il raddoppio. Protagonista ancora Borja Mayoral, che scatta in profondità e sull'uscita di Silvestri appoggia indietro per Mkhitaryan: l'armeno è bravissimo nel controllare e beffare il portiere gialloblù con un destro preciso sul primo palo. Il Verona perde l'equilibrio e sbanda, consegnandosi ai giallorossi. Che ne approfittano subito. Al 29' Silvestri respinge con fatica una potente conclusione di Pellegrini da fuori area, sulla ribattuta arriva per primo Borja Mayoral che firma la doppietta. Juric è arrabbiato e in avvio di ripresa cambia inserendo il nuovo arrivato Lasagna al posto di Kalinic. Poco dopo entrano anche Dimarco, Bessa e Colley. Spinazzola e Veretout vanno vicini al quarto gol, ma è il Verona a segnare al 17' con Colley che sorprende di testa Mancini e Pau Lopez. Fonseca risponde con Cristante al posto di Villar. La Roma resta comunque in controllo della partita e nel finale c'è posto anche per Diawara, Bruno Peres e Carles Perez.

ROMA-VERONA, TABELLINO E STATISTICHE

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti