Roma-Fiorentina 3-1: doppietta di Veretout. Abraham, debutto super

L'attaccante inglese fa espellere Dragowski e ispira il gol di Mkhitaryan. I viola pareggiano con Milenkovic, ma poi sale in cattedra il francese. Espulso Zaniolo
Roma-Fiorentina 3-1: doppietta di Veretout. Abraham, debutto super© BARTOLETTI

La Roma debutta in campionato con una grande vittoria (3-1) contro la Fiorentina. Un successo importante, al di là dei tre punti, perché ha mostrato a tutti perché Mourinho e Tiago Pinto hanno voluto a tutti i costi Abraham. A segnare sono Mkhitaryan e Veretout con una doppietta, ma la copertina non può che essere per l’attaccante inglese. Schierato titolare a sorpresa dopo qualche giorno dal suo arrivo, chiude il match con due assist, una traversa e anche l’aver provocato l’espulsione di Dragowski. Ha messo in campo poi un repertorio di dribbling, passaggi e sponde che ha già fatto innamorare i tifosi dell’Olimpico. Si conferma Shomurodov che, entrato al posto proprio di Abraham, non ha segnato (per poco), ma ha tenuto bene l’attacco e ha fornito un assist splendido per la seconda rete di Veretout. L'unica nota negativa è l'espulsione di Zaniolo

Dall’altra parte, nonostante il punteggio, si è vista una buona Fiorentina. Che ha reagito all’uomo in meno andando a prendersi il pari momentaneo con Milenkovic e dando parecchio fastidio alla difesa giallorossa (bravissimo Rui Patricio a respingere quasi tutto). Forse non meritava questo passivo, ma la Roma che si è ritrovata davanti è stata cinica e determinata.

Abraham, debutto show: Mkhitaryan e Veretout lanciano la Roma
Guarda la gallery
Abraham, debutto show: Mkhitaryan e Veretout lanciano la Roma

Abraham dominatore

Mourinho sorprende tutti e schiera subito Abraham dal primo minuto. Per il resto è la formazione annunciata. Nella Fiorentina Vlahovic comanda l’attacco, a supportarlo Callejon a sinistra e Gonzalez a destra.
La Fiorentina comincia meglio, la Roma dà la sensazione di doversi assestare, soprattutto nella fase difensiva. Poi un lampo giallorosso: Ibañez imbuca per il taglio di Abraham che, velocissimo, anticipa Dragowski in uscita. Il portiere lo atterra fuori area e l’arbitro Pairetto gli mostra il rosso diretto. Italiano corre ai ripari facendo uscire Callejon e mettendo dentro il secondo portiere Terracciano. La squadra di Mourinho sale di intensità. Abraham sfrutta un brutto pallone perso dagli avversari per accentrarsi e servire con un filtrante Mkhitaryan, che al centro dell’area e a tu per tu con il portiere non sbaglia. La Fiorentina, anche se con l’uomo in meno ci prova, e impegna in un paio di occasioni Rui Patricio, che però è attentissimo.

Veretout freddissimo

Nella ripresa la Roma riparte bene, ma al 53’ arriva l’espulsione di Zaniolo per doppia ammonizione: ristabilita la parità numerica. I giallorossi cominciano a soffrire terribilmente, soprattutto sulla fascia destra, dove Pellegrini non riesce a coprire davanti a Karsdorp. E allora, dopo diverse parate di Rui Patricio, il pari arriva grazie Milenkovic, che colpisce a pochi passi dalla porta. La squadra di Mourinho reagisce rabbiosa: magia di Pellegrini sulla fascia, palla in mezzo per Abraham che di testa colpisce la traversa. Ma la Roma c’è e lo dimostra qualche minuto dopo. Mkhitaryan strappa un ottimo pallone a centrocampo e serve Abraham che si inserisce e crossa basso in mezzo all’area, Mkhitaryan non arriva ma Veretout sì e non lascia scampo al portiere Terracciano. Abraham non ne ha più e Mourinho lo sostituisce con Shomurodov. Proprio lui parte dalla destra, resiste ad un contrasto e dà una palla in verticale splendida per l’inserimento di Veretout, che anche stavolta non sbaglia. Buona la prima in campionato per la Roma, buona la prima per Abraham. 

ROMA-FIORENTINA 3-1: TABELLINO E STATISTICHE

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti