Corriere dello Sport

Bologna

Vedi Tutte
Bologna

Serie A Bologna, il piano per conquistare l'Europa

Il club getta le basi per il futuro: Saputo punta a portare i rossoblu in pianta stabile sul palcoscenico internazionale

 

giovedì 3 marzo 2016 11:48

BOLOGNA - In casa Bologna si lavora al futuro. C'è la consapevolezza che quest'anno la possibilità di agganciare l’Europa League è remota, ma il club ha già posto tutte le basi per fare il salto di qualità. E farlo in tempi brevissimi. L'ottimismo proviene da numerosi fattori. A partire dalla qualità dei titolari di questa squadra, passando per la competenza di un tecnico, Donadoni, che con il suo staff, in soli quattro mesi, ha compiuto un piccolo capolavoro, portando al nono posto una squadra trovata terzultima. Infine, la disponibilità economica di Joey Saputo che, in tempi di crisi, inevitabilmente puuò fare la differenza.

CLASSIFICA SERIE A

I FATTORI - Sulla squadra bisogna anche aggiungere che Corvino ha blindato i gioielli di casa da Diawara a Donsah, da Masina a Ferrari. Anzi, sono imprescindibili per il futuro. A loro si aggiungono tre-quattro punti fermi di caratura, da Destro a Giaccherini (pronto per lui un biennale), da Mirante a Gastaldello. Resteranno tutti a Bologna, per formare lo zoccolo duro di una squadra che andrà rinforzata. Con almeno tre-quattro innesti di valore. E poi c'è Donadoni: ha un contratto fino al 2018, e per quanto lo riguarda il discorso è chiaro. La società non si è posta il problema delle eventuali sirene (Milan o nazionale). La società infatti offre a Donadoni il club di fascia media che ha più potenzialità di crescita. In un anno solare Saputo ha investito circa 45 milioni tra acquisti a titolo definitivo, riscatti e ingaggi; ed è noto che il progetto restyling Dall’Ara comporterà un’altra spesa di circa 50 milioni. Tutti soldi che vogliono far entrare il Bologna nell'elite del calcio italiano. Vale a dire tornare, e restare stabilmente, in Europa. 

CALENDARIO SERIE A



Articoli correlati

Commenti