Bologna
0

Bologna, Bigon: "Sarà mercato parsimonioso, ma non svenderemo i talenti"

Il ds felsineo: "Cartellini deprezzati? Valuteremo le riduzioni dei fatturati e si capirà quanto sarà la diminuzione del valore dei giocatori"

Bologna, Bigon:
© FOTO SCHICCHI

BOLOGNA - Il direttore sportivo del Bologna Riccardo Bigon, intervistato da Sky Sport, ha commentato l'impatto che il coronavirus avrà sul calcio italiano: "Sono stati due mesi atipici, di solito adesso si fanno tanti incontri per la prossima stagione, ma non è stato possibile. Oggi dobbiamo fare un lavoro con mille incognite. Giocatori deprezzati? Valuteremo le riduzioni dei fatturati e si capirà quanto sarà la riduzione del valore dei giocatori. Il mercato sarà come prima, ci sarà solo un periodo di flessione o di stop. Dal punto di vista tecnico, un club come il Bologna perde poco".

"Mihajlovic tra i pochi a sfruttare positivamente la quarantena"

Il discorso si sposta su Sinisa Mihajlovic: "È uno dei pochi che ha sfruttato la quarantena in modo positivo. Prima della sosta il mister ha fatto grandissimi sforzi per stare sempre vicino alla squadra, anche in panchina. Questo lo aveva debilitato molto, adesso ha avuto l'occasione per riposarsi. Se ripartiremo con questo gruppo, saremo una squadra più forte. Abbiamo tanti giovani che si sono abituati alla serie A, tanti stranieri che hanno imparato la lingua ed hanno conosciuto un torneo nuovo. Il nostro obiettivo resta crescere per vedere un giorno un Bologna più forte".

Il ds prosegue: "Il mercato lo vorrei corto, da fermare prima dell'inizio del campionato. Non farei neanche la sessione invernale". Bigon si sofferma poi su alcuni singoli rossoblù: "Tomiyasu? Il suo nome ci è stato segnalato all'inizio della stagione scorso, in seguito abbiamo iniziato a seguirlo dal vivo e abbiamo fatto l'affondo: è andata bene. Palacio? A fine stagione ci fa sapere le sue intenzioni. Averlo in gruppo è un piacere, è un ragazzo splendido e un professionista esemplare. Orsolini? Non saremo costretti a svendere i nostri talenti". Sui possibili problemi finanziari del club: "C'è un po' di sofferenza, bisogna capire se si ripercuoterà ora o sulla prossima stagione". Un battuta anche su Ibrahimovic: "Lo sapete come è nata questa storia lo scorso anno. Se può rinascere? Non lo so, non penso. Il calciomercato che verrà sarà parsimonioso".

Tutte le notizie di Bologna

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti