Bologna, Theate il punto fermo di Mihajlovic

Il belga ha conquistato il posto da titolare contro l'Inter alla quarta giornata e non lo ha più lasciato
Bologna, Theate il punto fermo di Mihajlovic© LAPRESSE

BOLOGNA - Arthur Theate ha sempre voluto solo l'Italia e il Bologna. La scorsa estate la trattativa tra i rossoblù e l'Ostenda durò più a lungo del previsto, perché i felsinei non riuscivano a liberare la casella occupata da Tomiyasu, andato all'Arsenal solo in chiusura di mercato. Ma la testardaggine del belga è stata ampiamente premiata, visto il suo alto rendimento al Dall'Ara. Il veloce adattamento alla Serie A, favorito anche dal nuovo sistema di gioco adottato da Mihajlovic che ha permesso a Theate di esprimersi al meglio come anello di sinistra della difesa a tre, hanno fatto sì che il belga conquistasse il posto da titolare (senza più lasciarlo) alla quarta giornata, ma anche la soddisfazione della chiamata in Nazionale maggiore: la fase finale della Nations League ha segnato il suo debutto tra i convocati di Roberto Martinez. Niente male per un ragazzo di 21 anni alla prima esperienza nel nostro campionato. Il suo rendimento non è passato inosservato agli occhi dei tifosi, che lo hanno da subito adottato come loro beniamino. La testardaggine di Theate nel volere l'Italia e Bologna è stata ampiamente ricompensata.

Bologna, Mihajlovic cittadino onorario: l'abbraccio con Gianni Morandi
Guarda la gallery
Bologna, Mihajlovic cittadino onorario: l'abbraccio con Gianni Morandi

Bologna, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti