Bologna, Mihajlovic: "Il nostro obiettivo è non accontentarci"

Il tecnico: "Bene i 21 punti in 14 giornate, ma abbiamo perso per strada troppe possibilità contro squadre che arriveranno dietro di noi"
Bologna, Mihajlovic: "Il nostro obiettivo è non accontentarci"© Getty Images

LA SPEZIA - Il Bologna conquista la vittoria in casa dello Spezia, raggiungendo quota 21 punti in classifica dopo 14 giornate come non succedeva da quasi vent'anni: "Sono contento di riaggiornare questo dato - spiega Sinisa Mihajlovic ai microdofni di Dazn - ma so anche che potevamo fare ancora meglio. Per noi era importante riscattare la sconfitta della settimana scorsa e non subire gol. Abbiamo creato molte occasioni ma non siamo stati spietati: facciamo un po’ di fatica a fare gol in questo periodo, ma poi ci siamo riusciti su rigore e ci accontentiamo, perché sapevamo che sarebbe stata dura contro lo Spezia. L’abbraccio di Arnautovic dopo il gol? Gli avevo detto che non doveva battere la punizione perché non tira bene, ma ha conquistato il rigore: l’importante è che ha segnato dagli undici metri".

Bologna, ci pensa Arnautovic su rigore: 1-0 allo Spezia
Guarda la gallery
Bologna, ci pensa Arnautovic su rigore: 1-0 allo Spezia

"Orsolini migliore in campo"

Il Bologna ha cambiato modulo, ma non la mentalità ed il modo offensivo di approcciare le partite: "Non abbiamo cambiato il nostro modo di attaccare - assicura infatti il tecnico serbo - sono cambiati gli uomini: non c’è più Palacio che faceva spazio ai centrocampisti, ma c’è Arnautovic che gioca più fisso al centro. Soriano è importantissimo per noi, ha avuto tante occasioni per fare gol in questa stagione ma non le ha sfruttate. Sono felice della sua prestazione e di quella di Orsolini, che per me è stato il migliore in campo anche fuori ruolo". Ora però Mihajlovic chiede ai suoi di proseguire su questa strada, senza più gli alti e bassi che hanno contraddistinto fino a questo punto il cammino dei rossoblù: "Il nostro obiettivo è non accontentarci - assicura - bene i tanti punti conquistati, ma ce ne mancano alcuni persi con chi arriverà dietro a noi a fine stagione. In quelle partite dobbiamo solo pensare a vincere: oggi non abbiamo dominato ma abbiamo avuto occasioni nitide. Sarebbe stata una beffa non vincere, e avrei anche punito i giocatori: ho detto all’intervallo che se non avessimo vinto oggi saremmo tornai a casa a piedi".

Bologna, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti