Cagliari, Maran: "Pavoletti? Le voci ci hanno fatto male, ma reso più forti"

Il tecnico: "Contro il Napoli dovremo fare qualcosa di straordinario e mettere in campo tutto ciò che abbiamo"
© Getty Images

CAGLIARI - “Veniamo da una settimana complicata. Voglio innanzitutto esprimere tutto il mio dispiacere per quanto capitato a Leo e rivolgergli un grosso in bocca al lupo: cercheremo di fare del nostro meglio per aiutarlo a superare un momento così difficile". In vista del match con il Napoli il tecnico del Cagliari, Rolando Maran, rivolge uno dei primi pensieri della propria conferenza stampa a Pavoletti, infortunatosi al crociato: "Sono state dette alcune cose che ci hanno fatto male ma tutto ciò ha avuto l'effetto di fortificare il gruppo. Per me è stato un piacere vedere i ragazzi reagire così, in questa maniera forte, il Presidente ci è stato molto vicino. Vedere come abbiamo lavorato sul campo mi dà energia e ottimismo per affrontare una gara tanto importante, davanti al nostro pubblico che, sono convinto, ci sosterrà come sempre”.

Maran: "Ultimamente gira così"
Guarda il video
Maran: "Ultimamente gira così"

Verso il Napoli

“Affrontiamo una grande squadra che sta dietro di noi in classifica soltanto per caso ma che ha in organico dei giocatori fantastici e che anche recentemente ha fatto vedere il suo valore. Saranno importanti il cuore, la partecipazione, il coraggio. Dovremo fare qualcosa di straordinario - è l'auspicio di Maran -, mettere in campo tutto ciò che abbiamo. Deve essere una opportunità da sfruttare, sia per il momento che attraversiamo, sia per il valore dell'avversario”. Assenti Cacciatore, Faragò, Pavoletti e Rog e Nainggolan. Torna Ceppitelli. “Ha un minutaggio ridotto, viene da una lunga assenza ma è a disposizione”.

Genoa-Cagliari, 4 infortuni in 53'. Pandev entra e decide l'incontro
Guarda la gallery
Genoa-Cagliari, 4 infortuni in 53'. Pandev entra e decide l'incontro

Equilibrio e concretezza

“Abbiamo il sesto miglior attacco del campionato, vuol dire che abbiamo costruito molto. Vero che allo stesso tempo abbiamo pure concesso troppo e questo non va bene. Starà a noi dimostrare di che pasta siamo fatti e cosa saremo capaci di fare di fronte al Napoli. Dobbiamo essere bravi a giocare la nostra partita e rendere efficaci le nostre armi, concretizzando alcune situazioni che ultimamente abbiamo sfruttato poco. Nelle ultime cinque gare secondo i dati di indice di pericolosità siamo secondi dietro l'Atalanta: vuol dire che la squadra crea molte occasioni. Dobbiamo cercare di concedere meno ma non a scapito di una mentalità offensiva che fa parte delle nostre prerogative” ha concluso Maran.

Commenti