Cagliari, Di Francesco: "Col Benevento serve una vittoria scacciacrisi"

Il tecnico rossoblù: "Nainggolan potrebbe partire titolare o entrare a gara in corso. Noi poco aggressivi? Non dipende dall'età, ma dalla squadra. Ci attende una partita spartiacque"
Cagliari, Di Francesco: "Col Benevento serve una vittoria scacciacrisi"© ANSA

CAGLIARI - Il Cagliari va ad affrontare il Benevento, ed Eusebio Di Francesco ne parla in conferenza stampa: "Vorrei che la squadra fosse più squadra nel progredire della partita. Adesso come adesso, abbiamo delle idee ma ci manca una vera identità: ho cambiato tanto e questo forse non ha facilitato il cammino di crescita, non possiamo certo essere soddisfatti della classifica. Da quando c'è il coronavirus questa squadra ha vinto pochissime volte, ma non dev'essere un alibi". Su Nainggolan: "E' un centrocampista e deve ragionare così quando attacca e difende, anche se ora non ha una condizione fisica che non gli garantisce 90 minuti nelle gambe. Potrebbe partire titolare o entrare a gara in corso, vedremo. Siamo partiti in maniera normale, ma ci mancano 4-5 punti. Radja è un combattivo, è un giocatore che volevo da inizio stagione ma sono felice che ora sia arrivato, spero che porti la sua esperienza e la sua personalità nei ragazzi più giovani".

Milan, dalla Juve al derby: il mese della verità
Guarda la gallery
Milan, dalla Juve al derby: il mese della verità

"Siamo poco aggressivi? Non penso che dipenda dall'età, ma dalla squadra. Dobbiamo migliorare, in alcuni momenti della sfida contro il Napoli siamo stati bravi a non farli giocare, ma quando giochi contro le big devi sopperire con la grinta. Sul mercato ci stiamo guardando attorno, insieme alle cessioni ci saranno anche acquisti: è giusto che voi parliate di mercato, ma a me interessa parlare partita per partita. Quella di domani è una partita spartiacque, perché una vittoria può cambiare tante prospettive. A noi serve vincere vincere". I sardi non vincono da otto partite: "Ci vuole coraggio per fare determinate scelte, ma dipende sempre da chi ho a disposizione. I giocatori vogliono fare quello che gli chiedo, ma non è detto che ci si riesca sempre: questa squadra ha voglia di seguire quello che gli chiedo. Fiducia verso di me? Siamo nel mondo del calcio, è una vita che faccio questo lavoro. Sono incazzato perché voglio dimostrare che la mia squadra merita una classifica diversa". Di Francesco conclude così: "In difesa potrei studiare varie soluzioni, ma Tripaldelli è cresciuto tanto e ha fatto bene recentemente. Diventa fondamentale alzare il livello d'attenzione anche con chi subentra, ma ormai contano solo i fatti: serve una vittoria scacciacrisi e ala vogliamo tutti".

 Di Francesco: "Io a rischio? Che domanda del c..."
Guarda il video
Di Francesco: "Io a rischio? Che domanda del c..."

Commenti