Cremonese, Alvini: "Con la Lazio out Castagnetti e Carnesecchi"

Il tecnico: "Sarà un piacere affrontare Sarri, per me una fonte di apprendimento. Milinkovic? Cerchiamo di arginarlo con Meite"
Cremonese, Alvini: "Con la Lazio out Castagnetti e Carnesecchi"© LAPRESSE
3 min

CREMONA - "La settimana di lavoro è stato positiva,ne siamo contenti, entriamo a regime. Dopo due mesi e mezzo di lavoro importante la squadra è in crescita: lavoriamo per costruie qualcosa di bello". Lo ha dichiarato il tecnico della Cremonese, Massimiliano Alvini, in vista del prossimo impegno di campionato, contro la Lazio, per la quale, rivela il tecnico, non saranno convocati "Castagnetti, che non si è mai allenato in gruppo e Carnesecchi". Sul prossimo match, così Alvini: "Affrontare la Lazio è piacevole per tutti, personalmente è un piacere giocare contro Sarri. Lo considero un grande allenatore, spesso andavo a vedere i suoi allenamenti. Mi fa piacere per la Cremonese che può affrontare la Lazio e personalmente perché potrò stringere la mano a Sarri, per me è stato una fonte di apprendimento, ho passato tanti pomeriggi a studiarlo". Di fronte un avversario reduce da un brusco ko: "Non credo possano esserci ripercussioni - riflette Alvini - quando hai una rosa di campioni abituati a giocare due competizioni, so che reagiranno e i grandi giocatori che hanno possono invertire la tendenza. Non va dimenticato che lo scorso anno sono arrivati quinti e hanno fatto un mercato per raggiungere la Champions. Per noi è bello, dopo due mesi e mezzo di lavoro importante avere una nostra identità. Sarbbe bellissimo chiudere il ciclo con una vittoria. Sernicola a destra? In difesa abbiamo le idee chiare, mi piacerebbe lavorare con Hendry. Sernicola a Bergamo ha fatto una buona partita, potremmo proseguire così". 

Cremonese-Lazio, la probabile formazione di Sarri
Guarda la gallery
Cremonese-Lazio, la probabile formazione di Sarri

Meite può contrapporsi a Milinkovic

"La Cremonese si può adattare in partita a situazioni dinamiche: vediamo se giocare con un vertice basso a protezione o uno più alto per rompere le loro fonti di gioco. Devo valutare, deciderò domattina. Ho un dubbio a centrocampo, devo capire se far partire subito Zanimacchia o a gara in corso. Dessers? Ha la nostra fiducia e non deve avere ansia. Bisogna adattarsi alla Serie A, ma abbiamo grande fiducia in lui, sono certo che segnerà gol importanti. Come arginare Milinkovic-Savic? E' un giocatore straordinario, la Lazio ne ha tanti di qualità. A lui potremmo contrapporre la fisicità di Meite, Escalante e anche Ascacibar, che è dinamico nello stretto. Il duello lo vedremo domani, potrebbe essere Meite a contrapporsi. Lui può darci fisicità, esperienza e qualità in mezzo al campo. A Bergamo dopo il gol di Demiral la squadra ha reagito e fatto gol. Vedo bene la squadra fin dall'inizio, è logico che serva crescere, ma la prima cosa che abbiamo fatto è stata costruire uno spirito: e si è visto in campo", ha concluso Alvini


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti