Fiorentina, Prandelli difende Milenkovic: "E' il primo a esser dispiaciuto"

Il tecnico viola dopo il ko di Udine: "Ci errori ci possono stare, ci è mancata un po' di attenzione nel finale"
Fiorentina, Prandelli difende Milenkovic: "E' il primo a esser dispiaciuto"© Getty Images
TagsPrandelli

UDINE - Mastica amaro Cesare Prandelli: la sua Fiorentina è uscita beffata dalla Dacia Arena, sconfitta dall'Udinese dopo una gara poco piacevole. Queste le parole dell'allenatore a Sky: “Match molto equilibrato, tra due formazioni che hanno concesso poco: nessuno voleva perdere, forse ci è mancata un po’ di attenzione e concentrazione a 3 minuti dal fischio finale. Nelle ultime tre trasferte abbiamo raccolto poco, ma la prestazione l'abbiamo sempre fatta”. L'errore individuale a volte cambia l'esito di una sfida ormai indirizzata verso lo 0-0: “Gli errori ci possono stare. Dobbiamo pensare alla partita di mercoledì rimanendo convinti che possiamo far bene. Potevamo avanzare meglio sul cross del gol, purtroppo c’è stato un errore ma - ripeto - ci sta. Avevamo coperto bene l’area, era un cross facile da leggere ma purtroppo l’abbiamo pagata cara”.

Udinese all'ultimo respiro: Nestorovski condanna la Fiorentina
Guarda la gallery
Udinese all'ultimo respiro: Nestorovski condanna la Fiorentina

"Il tecnico non si deve sfogare, ma analizzare a guardare avanti"

Normale che a fine partita Prandelli si sia confrontato faccia a faccia con i suoi giocatori: “Il tecnico non si deve sfogare, ma analizzare e guardare avanti. Milenkovic era il primo a essere dispiaciuto, devi trasmettergli coraggio, imparando tutti insieme a leggere meglio le situazioni. O sali più in fretta, o marchi meglio: purtroppo in questo sport l'errore esiste”.

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti